Apolloni cita Herrera e spinge il Parma: "Vinciamo e scacciamo le polemiche"

Il mago diceva: "Come ti alleni, giochi" e Gigi ha fatto suo il detto spiegando che la settimana è più importante della domenica. Corapi pronto dal primo minuto: "Dove gioca? Io so quale è il suo ruolo, è stato fuori perché poco lucido"

Gigi Apolloni vuole invertire la rotta - foto di Davide Fornari

Dal nostro inviato

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

COLLECCHIO - "Il Lentigione ha buoni giocatori, è una squadra piena di qualità che ora si è salvata. Ho fatto vedere ai ragazzi la partita che il Lentigione ha fatto contro il Mezzolara, che ha giocato con l'intensità minima rispetto a quanto visto al Tardini contro di noi. Ogni gara che l'avversario fa contro di noi diventa decisiva e in ogni gara tutti giocano a mille contro di noi". L'Apolloni pensiero è questo. Nessuna paura di incappare in un altro pareggio, o in una non vittoria, spazzare via le polemiche con il risultato pieno e spegnere la fiamma flebile di qualche chiacchiericcio. "La vittoria sarebbe una medicina importante all’interno di una squzadra per non far nascere polemiche. Se uno gioca poco, dà poco in certe occasioni, poi possono esserci delle situazioni all’interno del gruppo fastidiose. La squadra deve vincere per sé, e come squadra intendo non solo quelli che vanno in campo, ma tutti quanti. La squalifica di Cacioli mi porta a pensare ad altro. I sostituti ci sono, voglio fare aprire la mente ai miei giocatori per metterli in difficoltà e farli essere pronti in qualsiasi situazione. Come numeri dicevo siamo a posto, c’è Benassi, Adorni sta recuperando bene, vedrò cosa fare. Nel mio pensiero è chiaro che voglio vincerle tutte. Certe volte ci troviamo in situazioni che non vogliamo noi, avversari, situazioni ambientali, senza polemica, ci sono delle condizioni arbitrali che ti condizionano. Come ha detto Ciccio, la vittoria è quella che ti da fiducia, ho notato una cura di particolari dei ragazzi e questo mi fa enormemente piacere. Non c’è tensione. Helenio Herrea diceva: ‘Come ti alleni giochi’. E il risultato si vede la domenica, e domenica ovviamente è il frutto del lavoro settimanale. La cosa importante è la crescita. Il rombo? Ci può stare, quello che abbiamo visto ieri è un provare situazioni che all’interno di una partita ci possono stare. Dobbiamo essere pronti a interpretare bene le partite, mantenendo sempre l’ordine tattico e non perdere l’equilibrio giusto. Corapi ama giocare nella zona centrale del campo, ha ricoperto vari ruoli, ma io sono convinto che se si adatta a situazione diverse per me può giocare bene anche li. A volte lui eccede nel toccare il pallone più volte, deve essere più veloce a far cominciare l’azione, a far ripartire. Io uso dei parametri, per valutare chi va in campo e chi no, e valuto sia l’impegno che ci mettono che la condizione. Il giocatore aveva bisogno di rifiatare, e ho cercato di farlo recuperare perché ha giocato sempre in maniera intensa e a volte gli può succedere di perdere lucidità nell’ultimo passaggio al compagno. L’esclusione è stata temporanea. Poi sta a lui rispondere nella maniera giusta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus, l'appello choc di una 26enne: "In 40 metri quadri in 6 con 4 figli: non abbiamo i soldi per fare la spesa"

  • Buoni spesa, Pizzarotti: "Da venerdì si potrà compilare il modulo online: ecco chi potrà chiederli"

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

  • Coronavirus, Venturi contro Borrelli: "Il 1° maggio a casa? Smettetela di diffondere opinioni senza certezze"

  • Coronavirus, Fidenza: ecco come avere i buoni spesa

Torna su
ParmaToday è in caricamento