Sport

Parma, D'Aversa la prima scelta, ma Krause valuta anche Paulo Sousa

Il presidente americano è al lavoro per risolvere il caso panchina. Liverani è stato riconfermato, ma la dirigenza valuta anche il ritorno di D'Aversa

Paulo Sousa - foto Ansa

La riconferma di Fabio Liverani sulla panchina del Parma non ha impedito a Kyle Krause di sfogliare la margherita. Il presidente americano continua le sue operazioni di ricerca, per trovare una figura in grado di guidare il suo progetto tecnico, basato sulla valorizzazione dei giovani e sull’auto sostenibilità. Intenzioni lodevoli, ma il calcio italiano è lontanissimo da quello a stelle e strisce dell’Iowa. A Des Moines si lavora in un modo completamente diverso, lontano anni luce rispetto all’Italia. Probabilmente l’assenza di retrocessione in una Lega inferiore permette esperimenti ad ampio raggio, con un tempo maggiore per favorire la crescita di giovani promesse. Le stesse che il Parma ha reclutato nel mercato estivo. E che oggi si stanno rivelando non essere all’altezza della Serie A. Non è un mistero, né eresia ammetterlo. Ma se Liverani sta avendo problemi un po’ è anche per questo.

Nei lunghi colloqui andati in scena domenica dopo la partita e lunedì per gran parte della giornata, conclusasi con la visita a Collecchio di due delegazioni del tifo organizzato che hanno avuto un confronto cordiale con la dirigenza, sarebbe emersa la volontà di andare avanti con Liverani, fino a mercoledì almeno, giorno della gara con l’Atalanta. Il tempo stringe e i ribaltoni non erano proprio la soluzione migliore. Ritmi serrati, poco tempo per decidere in fretta. Nell’eventualità di un possibile ribaltone, la pista più calda resta sempre quella che porta al ritorno di Roberto D’Aversa, nome che mette tutti d’accordo. Qualche divergenza di vedute tra la parte tecnica e la proprietà c’è, ma è una differenza che si può limare. Il presidente non conosce D'Aversa, vorrebbe stringere un contatto con l'ex allenatore dei miracoli che invece è rimasto legato a spogliatoio e dirigenza.  Nelle prossime ore i colloqui potrebbero riprendere, va valutato anche l’esito della partita contro l’Atalanta, avversario difficile ma non impossibile da domare. Certo, affrontarlo in queste condizioni… .

Detto questo, la volontà di Krause – che ha preso in mano la situazione ascoltando tutti ma intento a decidere da solo – sarebbe quella di attendere. Mentre si guarda intorno. E tra i candidati possibili per la panchina del Parma c’è anche un nome portoghese: Paulo Sousa. È questa 'ultima idea dell’americano nel caso in cui anche mercoledì, nel difficile impegno di Bergamo contro l'Atalanta, Liverani non riuscisse a dare una sterzata alla stagione.  Un'idea, quella di Paulo Sousa, nata nelle ultime ore. Per il portoghese sarebbe un ritorno, visto che ha vestito la maglia del Parma da calciatore nel 2000. Dieci presenze in crociato, tra campionato e Coppa Uefa. L'Italia è nel suo destino, con la Champions League vinta con la Juventus e la due stagioni all'Inter.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parma, D'Aversa la prima scelta, ma Krause valuta anche Paulo Sousa

ParmaToday è in caricamento