menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mister Donadoni alza la voce - foro Tm News Infophoto

Mister Donadoni alza la voce - foro Tm News Infophoto

Vigilia contro l'Atalanta, Donadoni: "Svoltiamo, importante la fiducia di Ghirardi"

Intanto l'Eco di Bergamo racconta di un possibile esonero del tecnico in caso di ko contro la Dea. In settimana è stato confermato da Ghirardi, "belle parole del presidente, ma dobbiamo vincere per metterci alle spalle il momento"

"Andiamo a Bergamo con la convinzione di poter voltare pagina. In un momento come questo bisogna che tutti remino dalla stessa parte, prendersi tutte le responsabilità, e lavorare- Usciremo da questa situazione con le nostre forze, sono convinto di questo". Donadoni fa un appello, l'uditorio lo ascolta compiaciuto, consapevole, il mister, che le parole vanno accompagante con i fatti. L'Atalanta non rappresenterà un punto di svolta importante, ma vincere vorrebbe dire alzare i decibel di un morale sotto i tacchi. "Gli assenti sono sempre gli stessi, solo Costa migliora. In questo inizio di campionato abbiamo fatto pochi punti, vero,  ma con l'Atalanta dobbiamo cercare di invertire la rotta. Quel che è successo in città, l'alluvione intendo, deve essere da monito per uno maggior stimo". Si va verso un cambio di modulo. "I ragazzi conoscono diversi modi di giocare e a seconda delle necessità e della squadra che si affronta ci si può sempre adeguare. Non è vero che in settimana abbiamo nascosto le cose, sono chiacchiere da bar. Se all'inizio ci siamo allenati sul sintetico non c'è bisogno di spiegare il perchè, visto come erano i campi, l'acqua e i disastri che ci sono stati. Credo di essere al di sopra di queste cose. Se voglio tenere certe cose riservate, teniamo porte chiuse. Noi ci adeguiamo alle situazioni, abbiamo provato molte cose, ma non vogliamo tenere nascosto nulla, non siamo nel 1822". 

Mister Donadoni parla anche del caso Belfodil dopo le dichiarazioni del procuratore a ParmaToday. "Belfodil? Non rispondo, io faccio il mio lavoro e il procuratore fa il suo". Impossibile non pensare a Bergamo... "Diventano sempre più i capelli grigi, l'Atalanta ha un peso emotivo particolare, è la città che mi ha dato possibilità di emergere". Sul momento: "Ci dobbiamo assumere le responsabilità, se si vince o si perde una partita deve esserci equilibrio nel giudizio. Vedremo di che pasta siamo fatti nei momenti peggiori. Da questa condizione si può solo migliorare, partendo dagli infortunati. L'apporto che può dare Leonardi è soprattutto psicologico. Insieme riusciremo a fare in modo che la squadra ritrovi la giusta direzione". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento