menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro il Catania, Donadoni: "Atteggiamento non consono, parlerò ai ragazzi"

Il tecnico lombardo lancia l'allarme: "Sembravamo in clima precampionato, questo non va bene, io non voglio che la tranquillità sia uno svantaggio, ma un punto di forza. Il Catania sappiamo come affrontarlo, non lo sottovalutiamo"

Va tutto a gonfie vele in casa Parma, risultati compresi. Non ci sarebbe modo di pensare al contrario, guardando la classifica, ma a Donadoni, l'atteggiamento con cui i suoi ragazzi hanno affrontato questa settimana "strana", come l'ha definita, non gli è andata a genio. "Con il fatto che domenica scorsa alla fine non abbiamo giocato, è stata una settimana anomala e nei primi giorni, alla ripresa degli allenamenti, il clima era quasi quello da precampionato. Questo mi preoccupa - spiega l'allenatore - e non mancherò di dirlo ai ragazzi. Mentalmente stiamo bene, ma non dobbiamo trasformare quello che è un vantaggio in qualcosa di pericoloso. Per questo domani l'attenzione dovrà essere alta fin da subito. Il Catania ha necessità di fare punti e farà sicuramente una gara molto intensa dal punto di vista della cattiveria agonistica e noi dovremo entrare in campo con la giusta determinazione. In gare come queste l'aspetto mentale può fare la differenza e servirà da parte nostra una partita di grande temperamento".

OCCHIO AL CATANIA - Una volta lanciato il sasso, Donadoni non si nasconde: "Non dobbiamo guardare al Catania per la classifica che ha ma per come ha affrontato le ultime gare e per quanto ha fatto tutte le volte che è venuto a Parma che non è poco. E' una squadra con un buon tasso tecnico e giocatori di qualità pronti ad approfittare dei nostri eventuali errori. E nemmeno lo sottovalutiamo, questo è un discorso che non accetto. Non faremo questo sbaglio, significherebbe concedere delle chance al nostro avversario. Abbiamo iniziato bene il 2014 è vero, ma quel che è passato, seppur piacevole dal punto di vista statistico, non ci deve più interessare. Quel che conta ora è domani. Il nostro desiderio deve essere quello di crescere ancora, di non accontentarci perchè il Parma vuole fortemente continuare il cammino che ha intrapreso".

BILANCIO MERCATO - Dopo il mercato, la squadra non è stata smantellata, le promesse dei dirigenti sono state mantenute e Donadoni tira un bel sospiro di sollievo. Il suo bilancio è positivo, e il suo desiderio sarebbe quello di consegnare a Prandelli giocatori pronti, almeno qualcuno che rappresenti il crociato vorrebbe ci fosse nella spedizione brasiliana. "Qualcuno è partito, qualcuno è arrivato. E ora l'importante, è che proprio chi è arrivato si integri il prima possibile. Per continuare ad andare avanti c'è bisogno dell'aiuto di Molinaro e Pozzi. Sia Cristian che Nicola sono pronti a darci una mano. Pozzi ha avuto un leggero problema fisico ma ha recuperato ed è a disposizione". 

PROBABILI FORMAZIONI

929797_Parma-2 929809_Catania (11)-6-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento