menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, parla Morrone: "Abbiamo perso tutti"

"Spero che questi problemi vengano risolti subito, in modo che il campionato possa essere condotto regolarmente - dice il capitano gialloblu. Lo sciopero è stata una sconfitta per ognuno di noi"

Nel giorno in cui il dubbio diventa certezza e la Serie A  posticipa la sua partenza, causa mancato accordo tra AIC e Lega Calcio, non poteva esimersi dal parlare il rappresentante più in voga del Parma, capitan Morrone. Si carica il gruppo sul groppone e non si tira indietro, rispondendo alle domande insidiose dei gionalisti presenti in sala.

ABBIAMO PERSO - "Tutti noi giocatori del Parma ci auguriamo che i problemi si risolvano al più presto, per proseguire il campionato con regolarità. Quella di oggi è una sconfitta per tutti perché si va a togliere il bello di questo sport". Il capitano del Parma parla a nome di tutti i giocatori crociati in merito allo sciopero indetto dall'Aic per la prima giornata del campionato di serie A e si difende: La nostra associazione è unita - spiega Morrone - i punti per cui si fa sciopero sono chiari". Si parla dei fuorirosa e lui pronto risponde:  "Per quel che riguarda questa situazione ci tengo a sottolineare come qui a Parma ci sia stata sempre molta attenzione a non penalizzare chi non rientrava nei piani tecnici stagionali, per questo a Parma abbiamo buon senso. A mio parere - dice Morrone - se ci fosse stata la volontà si sarebbe giocato, ma l'accordo fra Aic e Lega non è arrivato".

VOGLIA DI RISCATTO - Nonostante le abbiano provate tutte, le parti non si sono incontrate e allora ecco che l'Italia replica la situazione spagnola, dove, a causa della lotta tra giocatori e organi superiori, la Liga si è interrotta per due giornate. Si teme uno sciopero ad oltranza anche in Italia, qualora non si dovesse arrivare alla firma di questo contratto collettivo che tanti problemi sta causando a quello che, una volta era il più bel campionato di calcio. A causa dello slittamento, il Parma non giocherà, come da calendario, la prima gara in casa, questo dispiace a Morrone. "Per noi sarebbe stato bello giocare la prima davanti al nostro pubblico, purtroppo non sarà così ma noi abbiamo una gran voglia di cominciare. L'anno scorso abbiamo fatto un campionato un po' deludente e quest'anno abbiamo voglia di riprendere alla grande. Abbiamo entusiasmo e fiducia: vogliamo trascinare il nostro pubblico e cercheremo di soffrire di meno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento