Al via l’Induction Week 2019 per studenti stranieri in scambio internazionale

Alle 9 nell’Aula magna del Polo didattico di via del Prato

Mercoledì 11 settembre l’Università di Parma accoglie gli studenti stranieri in scambio internazionale: nell’Aula Magna del Polo Didattico di Via del Prato (via del Prato, 5) è infatti in programma la giornata di apertura dell’Induction Week 2019, la settimana di accoglienza per gli studenti stranieri in scambio per la frequenza del primo semestre o dell’intero anno accademico 2019-2020.

Dalle 9 il Comune e l’Università di Parma daranno il benvenuto a circa 200 studenti provenienti da diversi Paesi del mondo, in mobilità tramite il programma Erasmus Plus e i numerosi accordi stipulati dall’Ateneo con Università extra-europee nell’ambito del programma di scambi internazionali Overworld.

Belgio, Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia e Spagna i Paesi europei rappresentati.

Fuori Europa, l’Ateneo avrà studenti da Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Giappone, Marocco, Myanmar, Paraguay, Russia, Tanzania, Turchia, Ucraina e USA. “New entry” Myanmar e Tanzania: i processi di internazionalizzazione e ampliamento delle collaborazioni internazionali dell’Ateneo hanno infatti portato per la prima volta a Parma un gruppo di studenti provenienti dai due paesi, nell’ambito dell’Azione KA107 (International Credit Mobility) del Programma Erasmus+.

Durante la giornata sono previsti diversi interventi di rappresentanti delle realtà del territorio e dell’Ateneo: la U.O. Internazionalizzazione e il Welcome Office dell’Università di Parma, l’Informagiovani, TEP e Infomobility, l’Agenzia delle Entrate, Crédit Agricole per presentare le funzionalità bancarie della Student Card, alcuni dei docenti coordinatori di Dipartimento per la mobilità internazionale e l’associazione studentesca ESN-ASSI di Parma, che svolge attività di accoglienza, orientamento e scambio socio-culturale con gli studenti stranieri in mobilità.

Nei giorni successivi (l’Induction Week dura fino al 18 settembre) sono in programma le sessioni informative organizzate dai singoli Dipartimenti, i corsi di lingua italiana e il programma sociale a cura di ESN-ASSI Parma. Nel pomeriggio di sabato 14 settembre è inoltre prevista una visita al Conservatorio Arrigo Boito di Parma, che accoglierà gli studenti con un concerto degli allievi del Dipartimento di Musica jazz.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’evento è organizzato dalla U.O. Internazionalizzazione dell’Università di Parma in collaborazione con l’associazione studentesca ESN-ASSI di Parma, sotto la guida della Pro Rettrice all’Internazionalizzazione Simonetta Anna Valenti e del Delegato per i programmi Erasmus+ e Overworld Roberto Montanari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Fanno sesso in Pilotta e aggrediscono i poliziotti: due arresti

  • Parma, un positivo al covid: scatta il ritiro per la squadra

  • Coronavirus: tutti gli aggiornamenti sul nuovo focolaio nella Bassa parmense

Torna su
ParmaToday è in caricamento