rotate-mobile
Attualità

Confesercenti Parma incontra i candidati Sindaco: tante le sfide da affrontare

Il primo appuntamento con il candidato Giampaolo Lavagetto della lista civica “Per Parma 2032 con Lavagetto”, presso il Cubo di via La Spezia

In vista delle elezioni comunali, che nel prossimo mese di giugno decideranno chi assumerà il ruolo di Primo Cittadino di Parma per i prossimi cinque anni, Confesercenti Parma ha organizzato una serie di incontri con tutti i candidati Sindaco.

Questa mattina il primo appuntamento con il candidato Giampaolo Lavagetto della lista civica “Per Parma 2032 con Lavagetto”, presso il Cubo di via La Spezia,: una buona occasione per la delegazione dell’Associazione, guidata dalla Presidente Francesca Chittolini e dal Direttore Antonio Vinci, di confrontarsi con il candidato sui temi di maggiore attualità e interesse per le categorie rappresentate da Confesercenti.

Tra le tante sfide che il prossimo Sindaco di Parma dovrà affrontare, le problematiche legate al commercio e al turismo, sia sotto il profilo economico che sotto il profilo della sicurezza e del decoro urbano, dovranno essere protagoniste della politica amministrativa del nuovo Primo Cittadino di Parma: “Abbiamo presentato al candidato Lavagetto il “Patto per il Commercio e il Turismo” – spiega Francesca Chittolini, Presidente di Confesercenti Parma -, un documento in dieci punti che riassume le principali proposte e le richieste più urgenti per i nostri Imprenditori: un documento che sarà alla base del confronto tra Confesercenti e tutti i candidati e che vuole essere un punto di partenza per disegnare e progettare la Parma del futuro”

Ringrazio Confesercenti Parma, la Presidente, il Direttore e tutti gli associati intervenuti – commenta Giampaolo Lavagetto - perché nel corso di questo incontro ci hanno dato spunti molto interessanti per elaborare il nostro progetto di città. Su alcuni di questi abbiamo già posizioni coincidenti e grazie alla nostra Consigliera Luni Colla presenteremo già nei prossimi giorni alcune proposte: per rispondere alle difficoltà dei commercianti in alcune zone della città chiederemo l’introduzione di una no tax area e riguardo al problema della sicurezza proporremo la figura dello street tutor, pagato dalla Regione, che può dare ottimi risultati. Questi incontri sono molto importanti e spero ce ne saranno altri per pianificare insieme il rilancio del commercio e dell’imprenditoria locale in un progetto di rilancio per la città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confesercenti Parma incontra i candidati Sindaco: tante le sfide da affrontare

ParmaToday è in caricamento