Il Rettore dell'Università di Örebro in visita all’Ateneo

Per avviare possibili collaborazioni tra l’Università svedese e quella di Parma sui temi legati alle intelligenze artificiali, al food e all'invecchiamento

Visita in Ateneo, nei giorni scorsi, per Johan Schnürer, Rettore dell'Università svedese di Örebro, arrivato a Parma perconoscere da vicino l'Università e per aprire nuove possibili collaborazioni tra i due atenei.

Il prof Schnürer è stato accolto dalla Pro Rettrice all’Internazionalizzazione Simonetta Anna Valenti, che ha coordinato l’incontro istituzionale.

Il Rettore Schnürer ha visitato il Campus Scienze e Tecnologie, il Dipartimento di Scienze Economiche e Aziendali, il Dipartimento di Discipline Umanistiche, Sociali e delle Imprese Culturali - DUSIC e la Biblioteca Umanistica dei Paolotti, accompagnato dalla Pro Rettrice Valenti, da Alessandro Dal Palù, docente del Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche, e da Alessandro Bernazzoli, Responsabile della U.O. Internazionalizzazione.

La visita è poi proseguita nella Sede centrale dell’Università, dove il prof Schnürer ha incontrato il Pro Rettore alla Ricerca Roberto Fornari e un gruppo di docenti e ricercatori per la presentazione delle maggiori linee di ricerca e di alcuni importanti progetti negli ambiti delle Intelligenze artificiali, di Food e nutrizione, di geriatria e invecchiamento e dell’ingegneria dell’informazione. Per illustrarli sono intervenuti i docenti Erasmo Neviani e Daniele del Rio (Dipartimento di Scienze degli Alimenti e del Farmaco e Scuola di Studi Superiori in Alimenti e Nutrizione), Marcello Giuseppe Maggio, Fulvio Lauretani e Andrea Ticinesi (Dipartimento di Medicina e Chirurgia), Stefano Cagnoni (Dipartimento di Ingegneria e Architettura), e Alessandro Dal Palù (Dipartimento di Scienze Matematiche, Fisiche e Informatiche).

Il Rettore Schnürer ha espresso il suo apprezzamento per le attività condotte dall’Ateneo di Parma e ha rimarcato le affinità di visione con l’Università di Örebro, particolarmente attiva negli stessi settori e centro di eccellenza per la ricerca nelle Intelligenze artificiali e nell’ambito Food, grazie alla presenza di una Scuola di Studi Gastronomici (Hospitality, Culinary Arts and Meal Science).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La visita si inserisce nell’ambito delle strategie di internazionalizzazione promosse dall’Università di Parma con lo scopo di intensificare il proprio network di partner stranieri per futuri accordi e collaborazioni. In particolare, con l’Università di Örebro il primo passo sarà il prossimo workshop italo-svedese “Artificial Intelligence and Society”, in programma a Örebro dal 14 al 17 giugno 2020.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • "La mia prima cena dopo il lockdown: vi racconto com'è andata"

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento