rotate-mobile
Attualità

Mutui, tempi duri per i parmigiani che vogliono comprare casa: rata mensile in aumento di oltre 200 euro

Per la prima volta dal 2008 il tasso variabile ha superato quello fisso

Tempi duri per i parmigiani che intendono sottoscrivere un mutuo in vista dell'acquisto di un'abitazione. Per chi ha già il finanziamento nei primi mesi del 2023 la rata mensile è cresciuta esponenzialmente (si parla di circa 200 euro in più) per chi è in procinto di farlo invece le difficoltà sono molte, ad iniziare dai sempre più frequenti rifiuti da parte degli istituti bancari. 

Dopo il 'sorpasso' del mutuo a tasso variabile su quelli a tasso fisso - scenario che non si vedeva dal 2008, anno della crisi finanziaria globale - ora i cittadini intenzionati ad acquistare una casa devono fare i conti con l'ulteriore salita dell'indice Euribor, arrivato già al 2.57% con il rischio che possa salire fino al 3% nei prossimi mesi. Ma cosa significa nel concreto per i parmigiani? Un rialzo mensile della rata, per chi ha sottoscritto un mutuo con tasso variabile, di circa 200 euro per ogni mese. 

Immaginando un mutuo di 125.000 euro a 25 anni, - spiega Fabio Femiani, Coo di idealista/mutui Italia - la rata è già passata da circa 450 euro mensili di gennaio 2022 a circa 620 euro di oggi, con il rischio di salire di ulteriori 100 euro in virtù dei futuri rialzi dei tassi che Bce manovrerà da qui a giugno 2023 per contrastare l’inflazione. Su un mutuo variabile di 100.000 euro a 20 anni un aumento dell’Euribor dello 0,5% porterebbe con sé un incremento della rata di “soli” 25 euro, passando dagli attuali 540 a 565 euro, nell’ipotesi di uno spread all’1%”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mutui, tempi duri per i parmigiani che vogliono comprare casa: rata mensile in aumento di oltre 200 euro

ParmaToday è in caricamento