menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piazzale Pablo: inaugurato il nuovo Dae in memoria di Massimo Zaccardi

Una raccolta fondi ha consentito di acquistare il nuovo defibrillatore

Oggi, sabato 28 novembre 2020, alle ore 11, è stato inaugurato il nuovo DAE in Piazzale Pablo a Parma. Questo defibrillatore, in memoria del milite Massimo Zaccardi, scomparso a febbraio di quest'anno, è stato donato dai suoi colleghi della Pubblica del turno della domenica pomeriggio e del venerdì notte, dal Gruppo “Se Sei del Piazzale Pablo”, dai volontari del Pulmino di Padre Lino, dal Bar Rustici, da amici e da attività commerciali. Uniti, tutti loro hanno promosso una raccolta fondi che ha consentito di acquistare questo strumento salvavita.

Alla cerimonia erano presenti, oltre ai familiari di Massimo, Silvia Bertoli, amica di Massimo e amministratrice del Gruppo Facebook “Se sei del Piazzale Pablo” (fondato da Massimo Zaccardi, Nicomede Benelli e Luigi Moia), l’Assessora Nicoletta Paci, il Presidente di Assistenza Pubblica Parma, Luca Bellingeri.

Il posizionamento del DAE rientra all’interno del progetto “Dritto al cuore D-Parma”, l’iniziativa nata da un’idea di Assistenza Pubblica Parma, e realizzata con il patrocinio del Comune di Parma, il contributo di Fondazione Cariparma, il supporto della Fondazione Assistenza Pubblica Parma, in collaborazione con Anpas Emilia-Romagna e Azienda USL di Parma. Usare un defibrillatore, infatti, può salvare la vita di chi è colto da un malore.

«Quando è morto Massimo - ha raccontato Silvia Bertoli, amica di Massimo e amministratrice del Gruppo Facebook “Se Sei del Piazzale Pablo” - ci siamo sentiti di fare qualcosa. Lui era sempre disponibile, molto attivo nel Comitato di quartiere. Inizialmente volevamo mettere una targa in sua memoria nel Piazzale Pablo, ma ci hanno detto che per farlo dovevano passare dieci anni dalla sua morte. Poi con la Pubblica abbiamo avuto l’idea del defibrillatore. Siamo riusciti a ottenere la somma necessaria, grazie a una raccolta fondi a cui hanno partecipato attivamente in molti, è stata un’iniziativa davvero sentita. L’abbiamo fatto per l’amore di Massimo, molto benvoluto da tutti. Quando guardiamo questo totem ci ricordiamo di lui, della sua anima, del suo cuore, sempre pronto ad aiutare gli altri».

«Siamo contenti – ha spiegato Nicoletta Paci, Assessora alla Partecipazione e ai Diritti dei cittadini del Comune di Parma – di continuare a sostenere, come Comune, il progetto “Dritto al cuore D- Parma”. In questo modo riusciamo a dotare la nostra città di una rete di protezione fondamentale, appunto i DAE. Colgo l’occasione per ringraziare di cuore l’Assistenza Pubblica di Parma per ciò che fa quotidianamente e tutti coloro che hanno partecipato attivamente alla donazione». 

«Ringrazio - ha affermato Luca Bellingeri, Presidente Assistenza Pubblica Parma - tutte le persone che hanno deciso di sostenere questa iniziativa, che consentirà di dotare di un defibrillatore il fulcro del quartiere che Massimo aveva nel cuore. È molto bello poter ricordare una persona che non c'è più attraverso uno strumento che potrà donare una speranza a chi dovesse trovarsi, nelle vicinanze, a lottare per la vita a causa di un arresto cardiaco. Lo è ancor di più pensando al servizio che svolgeva Massimo in Assistenza Pubblica, al suo essere con tanto impegno e dedizione un milite volontario, e a quanto credeva nella nostra associazione».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Crisi di Governo, Pizzarotti: "Serve stabilità: ecco la mia ricetta"

Attualità

Cane salvato da un metronotte al Campus

Attualità

"Giorni della Merla con pioggia, vento e neve"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento