Studenti fuori sede e fuori regione: assistenza sanitaria gratuita al "Punto bianco"

Accordo tra Università di Parma e AUSL di Parma

Va a beneficio degli studenti dell’Università di Parma residenti fuori sede e fuori Regione la convenzione firmata da Ateneo e Azienda USL di Parma per l’assistenza sanitaria di base (visite non urgenti e prescrizioni di farmaci).

Grazie all’accordo, infatti, gli studenti residenti fuori sede e fuori Regione che non abbiano scelto un medico di medicina generale nel nostro territorio potranno rivolgersi al Punto bianco dell’AUSL di Parma, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 20 (con accettazione fino alle 19.30) in via Abbeveratoia 41 (con accesso dalla rampa del Padiglione centrale dell’Ospedale Maggiore, Pad. 6). A tali studenti si aggiungono come beneficiari anche gli studenti stranieri temporaneamente a Parma nell’ambito di programmi internazionali.

La visita al Punto bianco è gratuita. É possibile rivolgersi al Punto bianco per patologie e sintomi non critici e non urgenti, come ad esempio dolori articolari (non da trauma), dolori muscolari, contusioni e distorsioni di modesta entità (senza frattura o lussazione), disturbi dermatologici (punture di insetto, eritema, micosi), mal di gola e sindromi influenzali, ferite superficiali, infezioni delle vie urinarie, otiti, riniti, gastroenteriti acute non complicate, vaccinazione antitetanica e altro.

Gli studenti che accedono al Punto bianco dovranno identificarsi con la propria Student Card (o sottoscrivendo un’autocertificazione che attesti lo status di studente fuori sede e residente fuori regione), e portare con sé ogni altra documentazione utile in relazione alle patologie lamentate.

Si ricorda inoltre agli studenti domiciliati a Parma per motivi di studio che possono scegliere un medico di medicina generale per la durata della permanenza in città. Il servizio è gratuito, è sufficiente rivolgersi agli Sportelli unici/CUP dell’Ausl (sedi e orari sono disponibili nel sito www.ausl.pr.it).

Per chi non ha ancora provveduto, è inoltre estremamente utile attivare il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Si tratta di un’opportunità semplice e gratuita per gestire al meglio le pratiche che riguardano la salute, in modo protetto e riservato. Con il FSE si possono ricevere direttamente sul pc, tablet o smartphone le prescrizioni del medico, prenotare visite, esami, pagare gli eventuali ticket e ricevere i relativi esiti. Per attivare il FSE occorre avere una casella di posta elettronica personale, un numero di cellulare ed essere assistiti da un medico di medicina generale dell’Emilia-Romagna. Occorre registrarsi al sito www.servizisanitarionline-rer.it e, con il codice ricevuto via mail, andare in una delle oltre 40 sedi di attivazione attive a Parma e provincia (sedi e orari: www.ausl.pr.it): in pochi minuti il FSE sarà operativo.

L’Ateneo quindi, anche grazie a questi nuovi accordi con l’Ausl di Parma, rafforza ulteriormente il proprio impegno nei confronti degli studenti, per fare in modo che Parma sia sempre più una “Città Universitaria” accogliente e inclusiva, attraverso una serie di opportunità e servizi anche per quanto attiene l’assistenza sanitaria, con una particolare attenzione per gli studenti fuori sede residenti fuori regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bedonia, precipita con l'auto nel Taro: muore 20enne

  • Terrore a Fidenza: rogo a bordo dell'autobus pieno di studenti

  • Panico in via Newton, fiamme nella scuola: evacuati gli studenti

  • Tra mercatini di Natale, teatri, concerti e vin brulè: ricchissimo week end di dicembre

  • Fallisce la Sebiplast: al via i licenziamenti collettivi

  • Blitz in casa di un commerciante 46enne: in cantina 23 chili di hashish nascosti tra le bottiglie di vino

Torna su
ParmaToday è in caricamento