rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Attualità Fontanellato

Centro Cardinal Ferrari: al teatro di Fontanellato vince l’integrazione

Comune, Scuole e Centro Cardinal Ferrari insieme per un progetto che ha visto i ragazzi della Scuola secondaria di primo grado e i giovani pazienti salire insieme sul palco ed emozionare la platea

Ragazzi e bambini disabili e non, senza distinzioni, ciascuno a suo modo concentrato ed emozionato, per la prima volta al cospetto di un pubblico vero, in un teatro vero, su di un palco vero. Comune, Scuole e Centro Cardinal Ferrari di nuovo insieme per una bella iniziativa di inclusione territoriale e di divulgazione della cultura della disabilità. 

Dopo il ricco programma per le celebrazioni della Bandiera Lilla a settembre, la sinergia – che ha visto ancora una volta protagonista la Compagnia Teatrale “Progetti e Teatro” - è tornata oggi d’attualità con una mattinata del tutto particolare nel corso della quale alcuni ragazzi della Scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Fontanellato e Fontevivo e alcuni giovani e giovanissimi pazienti del Centro Cardina Ferrari, con serie patologie neurologiche, sono saliti insieme sul palco del teatro cittadino per uno spettacolo fatto di musica, parole, immagini. 

Molto bella ed emozionante l’integrazione di ragazzi resi così simili tra di loro dalla medesima emozione di esibirsi al cospetto del pubblico e in un contesto ambientale così suggestivo. “Iniziative come queste fanno bene al nostro territorio – ha detto il Sindaco di Fontanellato, Luigi Spinazzi –
e, attraverso i fatti e l’esperienza diretta, vanno a educare i nostri giovani all’inclusione, alla conoscenza e al rispetto reciproco dell’altro”.

“Il teatro e le arti in generale – dice la dottoressa Donatella Saviola, neurologo, psicoterapeuta e responsabile del progetto per il Centro Cardinal Ferrari – se adeguatamente inseriti in percorsi di riabilitazione strutturati, rappresentano un potente fattore di recupero. Lo vediamo da anni attraverso i
nostri progetti, tra cui, appunto, il laboratorio teatrale, reso possibile dalla collaborazione con i registi e scenografi Matteo Corati e Carlo Ferrari”.

“Questo territorio – dice Antonio De Tanti, direttore del Centro Cardinal Ferrari – da anni si sta mostrando sensibile ai temi dell’inclusione e dell’abbattimento di ogni barriera e noi del Centro Cardinal Ferrari siamo fieri di poter dare, a modo nostro, un contributo per una costante crescita culturale del territorio in questa direzione”.

Il Centro Cardinal Ferrari di Fontanellato per competenze professionali, know how e percorsi di terapia e cura è un’eccellenza nazionale nella riabilitazione e nelle disabilità complesse in età evolutiva e in età adulta. 

Il Gruppo KOS Il Gruppo KOS, di cui il Centro Cardinal Ferrari fa parte, è un primario gruppo sanitario operante nell’assistenza sociosanitaria e nella cronicità residenziale, nella riabilitazione, nella psichiatria e nella medicina per acuti. Il Gruppo KOS è presente con le sue strutture in 11 regioni italiane e 2 stati esteri, per un totale di oltre 13.000 posti letto. Kos gestisce 108 strutture in Italia e 51 in Germania. In Italia sono quasi 9.000 i posti letto gestiti in 56 residenze per anziani, 16 centri di riabilitazione, 12 comunità terapeutiche psichiatriche, 7 cliniche psichiatriche e 2 ospedali. KOS è inoltre attivo con 15 centri ambulatoriali di riabilitazione e diagnostica e, in India, con 13 centri di diagnostica e radioterapia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro Cardinal Ferrari: al teatro di Fontanellato vince l’integrazione

ParmaToday è in caricamento