menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alimentazione, da Barilla 34 prodotti con meno zuccheri e grassi

Secondo il rapporto Sostenibilità 2010 l'azienda parmigiana tra il 2008 e l'anno scorso ha promosso numerosi prodotti riducendo gli elementi meno salutari, ridotte del 15% le emissioni di CO2 e il consumo di acqua

Barilla ha lanciato 57 nuovi prodotti dal 2008 al 2010 puntando per molti su cereali integrali, frutta e verdura, e ne ha riformulati 34 riducendo il contenuto di sale, zucchero e grassi. E' quanto emerge dal Rapporto di sostenibilità 2010 pubblicato da Barilla con i risultati triennali delle sette sfide affrontate su Nutrizione, Filiera Alimentare, Ambiente, Risorse Umane, Persone, Comunità e Stakeholder. Tra gli obiettivi che Barilla fissa per il 2014, anche quello di raggiungere un totale di 60 nuovi prodotti che abbiano un profilo nutrizionale in linea con i più recenti standard internazionali e di riformulare 80 prodotti già esistenti.


"Il modello di produzione e consumo, così come è concepito oggi, non è più sostenibile - ha ribadito più volte il presidente dell'azienda, Guido Barilla - e occorre urgentemente ripensare al ruolo dell'impresa in un'ottica di responsabilità verso tutti". Per ridurre l'impatto ambientale delle produzioni, Barilla ha diminuito del 15% il consumo di acqua e del 3,7% quello di energia. Ridotte del 15% le emissioni di CO2 (obiettivo meno 30% entro il 2014) e portata al 94% la quota del packaging riciclabile. Inoltre, se il 76% del grano duro utilizzato è coltivato nel Paese di produzione della pasta, il 40% del grano duro acquistato proviene da filiera integrata completamente gestita da Barilla.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Giro passa da Parma: ecco le tappe e gli orari

Attualità

Il parco Vezzani torna a nuova vita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento