La città di Parma è di nuovo a rischio inondazione: preallarme per Parma e Baganza

Dopo l'avviso di sabato, oggi è arrivato alle 13 il preallarme della protezione civile che preannuncia il rischio di esondazione dei torrenti Parma e Baganza, per effetto delle copiose piogge previste per il pomeriggio di oggi in montagna

Il torrente Parma l'11 novembre visto dal Ponte Verdi

Dopo l’avviso di sabato, oggi è arrivato alle 13 il preallarme della Protezione Civile che preannuncia il rischio di esondazione dei torrenti Parma e Baganza, per effetto delle copiose piogge previste per il pomeriggio di oggi in montagna. Prima ancora che arrivasse la comunicazione ufficiale, in Prefettura è stato convocato  il CCS per avviare gli interventi di protezione possibili in queste ore che ci separano dall’evento annunciato dalle previsioni meteo.

ALLERTA METEO

PICCOLE FIGLIE. "Allerta meteo di livello 2. Rinforzati gli argini sulla Baganza con sacchetti di sabbia. Allestito punto di accoglienza notturno, in caso di emergenza. Consigliamo di tenersi aggiornati sui siti istituzionali o di news"

La macchina della Protezione civile si è già messa in moto per attivare le procedure di emergenza. Oggi pomeriggio alle 17 ci sarà un nuovo aggiornamento per decidere alla luce di dati più certo, quando il fenomeno in montagna dovrebbe essere già in atto. In quella sede si deciderà se assumere misure straordinarie (quali potrebbero essere evacuazione localizzata dalle zone più a rischio) e se chiudere le scuole  (ed eventualmente in che misura) nella giornata di domani.

Per ora il sindaco Federico Pizzarotti ribadisce comunque di adottare le precauzioni già indicate una settimana fa, quando la piena passò da Parma senza fare danni: per chi risiede o lavora nelle zone alluvionate il 13 ottobre scorso, cercare di occupare i piani superiori degli edifici, evitare di stazionare in scantinati e garage, portare possibilmente le auto al sicuro per tempo, evitando di lasciarle in autorimesse o cortili sotto il livello di terra. A tutti i cittadini, comunque, il sindaco raccomanda di tenersi aggiornati sulla situazione, soprattutto con riferimento a quanto potrà essere deciso nell’incontro delle ore 17, presieduto dal viceprefetto vicario Corrado Formiglio.

Il preallarme di livello 2 è stato emesso dal direttore del servizio regionale sulla scorta di previsioni che annunciano il rischio di precipitazioni  molto copiose e concentrate sulla macoarea G (quella che comprende le alte valli di Parma e Baganza. Si parla di 75 millimetri di pioggia fra oggi pomeriggio e domani a mezzogiorno. La piena in città dovrebbe transitare attorno alla mezzanotte di oggi.

La cassa di espansione sul torrente Parma è attualmente vuota, quindi disponibile ad assorbire almeno in parte gli effetti della piena. Per questa ragione si ritiene necessario concentrare gli sforzi sul Baganza. Il servizio tecnico di bacino, con la collaborazione dei volontari della protezione civile, sta già operando per costruire un arginello in corrispondenza della casa di cura Piccole Figlie e a posare sacchetti di sabbia in punti strategici sulle sponde del Baganza. Il ponte dei carrettieri sarà presidiato con un escavatore dotato di ragno per rimuovere eventuali ostacoli sotto le arcate. Sacchetti di sabbia verranno posati anche sulla Parma in via Europa , in corrispondenza del nuovo ponte a nord, dove il torrente era tracimato il 13 ottobre. E’ stata anche attivata al colonna mobile della protezione civile regionale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Pestato a sangue per aver difeso un collega: barista di Busseto in ospedale

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento