menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz dei poliziotti contro le baby gang: centro storico sotto sorveglianza

Otto pattuglie, tra polizia e agenti della municipale, sono state impegnate nell'azione di prevenzione e contrasto dei reati commessi dalle bande giovanili: c'è stato un fuggi fuggi generale anche grazie ad alcuni messaggi WhatsApp che avvertivano della presenza delle forze dell'ordine

Il blitz è scattato sabato pomeriggio, nel centro storico della città. L'imponente sistema di controlli messo in campo dalla Questura nel cuore della città non aveva come obiettivo i pusher di sostanze stupefacenti ma i gruppi di ragazzini giovanissimi che stazionano nelle vie centrali e che si sono resi protagonisti di diversi episodi di violenza. Dopo il cestino dei rifiuti lanciato contro la vetrina di Pepèn, storico locale di borgo San Giacomo sono scattati i controlli. Otto pattuglie, tra polizia di Stato e polizia municipale, sono state impiegate con in supporto anche gli agenti del reparto prevenzione crimine arrivati da Reggio Emilia. Il monitoraggio del centro storico contro le baby gang aveva come obiettivo la prevenzione dei reati che, nelle ultime settimane, sono stati perpetrati da alcuni componenti delle bande giovanili. Dopo l'arrivo dei primi poliziotti c'è stato un fuggi fuggi generale: sono girati anche messaggi WhatsApp che avvertivano della presenza delle forze dell'ordine. Se si pensa che solitamente il sabato pomeriggio sono presenti circa 1500 ragazzi ieri, 17 febbraio le presenze erano parecchio ridotte. Oltre ai poliziotti anche gli agenti della Municipale, che hanno anche cercato di parlare con alcuni gruppi di ragazzi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento