menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fidenza, inseguimenti e cariche nella tangenziale trafficata  il 15 gennaio

Fidenza, inseguimenti e cariche nella tangenziale trafficata il 15 gennaio

Bormioli, manganelli sui facchini in sciopero: inseguimento nella tangenziale trafficata

Manganelli sulla protesta dei facchini del magazzino della Bormioli a Fidenza nel pomeriggio del 15 gennaio, cariche e inseguimenti in tangenziale, un facchino sul tetto della fabbrica per protesta che minaccia di buttarsi, poi sceso senza conseguenze. Un lavoratore ricoverato in Ospedale e poi dimesso

Manganelli sulla protesta dei facchini del magazzino della Bormioli a Fidenza nel pomeriggio del 15 gennaio, cariche e inseguimenti in tangenziale, un facchino sul tetto della fabbrica per protesta che minaccia di buttarsi, poi sceso senza conseguenze. Un lavoratore ricoverato in Ospedale e poi dimesso

E' questa la cronaca del pomeriggio di venerdì 15 gennaio 2016 davanti ai cancelli del magazzino Bormioli di Fidenza. Dopo giorni di scioperi e blocchi da parte dei facchini del Si Cobas che non hanno sottoscritto l'accordo di Cgil e Cisl, nel pomeriggio del 15 gennaio, un altro picchetto ha bloccato i camion in uscita ed in entrata. Sul posto, prima una camionetta dei Carabinieri, poi della Polizia, Vigili Urbani, Digos e anche il Questore di Parma. Poi, dalle ore 18.30 la prima violenta carica contro i facchini in sciopero davanti ai cancelli.

VIDEO: INSEGUIMENTI E CARICHE IN TANGENZIALE

Un lavoratore cardiopatico è stato ricoverato in Ospedale in seguito alla carica: in un primo momento sembrava che le condizioni fossero gravi ma dopo alcune ore è stato dimesso. Dopo le cariche davanti ai cancelli i facchini sono stati sgomberati dal cortile verso la tangenziale: due reparti, di Polizia e Carabinieri con le camionette hanno inseguito e caricato i manifestanti che poi si sono dispersi. 

BLOCCHI DAL 24 GENNAIO, I PRECEDENTI - Venerdì 8 gennaio facchini ed attivisti erano stati caricati dalle forze dell'ordine in antisommossa davanti ai cancelli: circa 40 persone erano state caricate sulle camionette e portate in Questura, subito rilasciate con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e violenza privata. I lavoratori avevano portato avanti diversi blocchi giorno e notte  ma le forze dell'ordine non erano intervenute. 

LE RICHIESTE DEI FACCHINI DEL SI COBAS -  VIDEO: ECCO PERCHE' NON ABBIAMO FIRMATO L'ACCORDO 

Dal 24 gennaio i facchini del Si Cobas stanno bloccando i cancelli del magazzino della Bormioli di Fidenza: durante i tanti giorni di picchetto giorno e notte i lavoratori, iscritti al sindacato di base Si Cobas, hanno chiesto prima chiarezza sul passaggio alla nuova cooperativa. Dopo alcuni incontri un accordo è stato firmato da Cgil e Cisl ma i facchini non hanno firmato. Chiedono garanzie sul passaggio dei lavoratori al 4° livello, sugli scatti di anzianità e sulla possibilità, scritta nel contratto, di essere spostati in altri magazzini, a seconda delle esigenze di lavoro.

VIDEO: POLIZIA IN ANTISOMMOSSA NELLA TANGENZIALE TRAFFICATA 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento