Busseto, concorso voci verdiane. Primo premio non assegnato

La giuria, presieduta dal baritono Leo Nucci a assegnato solo il secondo e terzo premio. Il secondo ex aequo tra il soprano armeno Hrachuhi Bassenz Khumaryan e il tenore italiano Oreste Cosimo

Il 51/o Concorso internazionale Voci verdiane 'Citta' di Bussetò, edizione del Bicentenario verdiano, si è concluso senza l'assegnazione del primo premio. La giuria, presieduta dal baritono Leo Nucci e formata da direttori artistici di importanti teatri italiani ed esteri, ha assegnato solo il secondo e terzo premio. Il soprano armeno Hrachuhi Bassenz Khumaryan e il tenore italiano Oreste Cosimo si sono aggiudicati il secondo premio ex aequo. Due coreani, il soprano Hong JuYoung e il baritono Na Gunyong, hanno ottenuto il terzo premio ex aequo. Presidente onorario a vita del concorso, che si è svolto sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è il tenore Carlo Bergonz

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento