menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camorra, blitz contro i Casalesi anche a Parma: 9 arresti e sequestri per 30 milioni di euro

Stroncata un'organizzazione criminale con interessi economici nella nostra città

Un bitz della guardia di finanza ha stroncato un'organizzazione criminale, con ramificazioni anche a Parma, con al vertici alcuni esponenti dei clan camorristici dei Sarno e dei Casalesi. L'operazione 'Darknet' ha portato a 9 misure cautelari - tra cui 9 arresti ed un obbligo di firma per associazione a delinquere aggravata da metodi mafiosi, al sequesto di alcune aziende - anche nella nostra città - e a beni per oltre 30 milioni di euro. Gli arresti sono scattati nella mattinata di martedì 21 luglio e ha coinvolto, oltre all'Emilia-Romagna anche le regioni Campania, Calabria, Lazio, Lombardia, Marche, Basilicata e Piemonte. 

Le indagini

Secondo le indagini, avviate nel 2017, tutto parte da provvedimenti di sorveglianza speciale emessi nei confronti di alcuni casalesi e campani, trasferiti a Cattolica e Riccione. Dalla bassa Romagna, inizia la scalata all'economia locale di alcuni soggetti vicini e addirittura parenti dei Casalesi e dei Sarno, attivi nei business delle costruzioni, degli oli industriali, della ristorazione, ma anche esercenti di sale scommesse.

Gli arresti e i sequestri

L'operazione anti-camorra, eseguita questa mattina dai finanzieri, ha portato ad 8 arresti ed un obbligo di firma per associazione a delinquere aggravata dai metodi mafiosi, oltre ad una serie di reati finanziari che vanno dalla corruzione, alla turbativa d'asta, al riciclaggio. Sono state inoltre sequestrate 17 aziende e beni per oltre 30 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento