Vertenza Cft, si discute ancora: i lavoratori vestiti da clown in presidio

E' in corso da stamattina alle 9.15 l'ennesimo incontro istituzionale per trovare una soluzione rispetto ai 36 licenziamenti sempre più imminenti, la Fiom non accetta la proposta di 15mila euro lordi di buonuscita

Cft, presidio davanti alla Provincia

Quindici mila euro lordi come buonuscita per ogni lavoratore della Cft che lascerebbe il proprio posto di lavoro. E' questa, in estrema sintesi, il passo in avanti che ha fatto la proprietà della Catelli Food Technology in un incontro 'informale' di qualche giorno fa con i sindacati. E' la prima novità rispetto alla vertenza che i lavoratori e i sindacati stanno portando avanti a Parma da diverse settimane, per la salvaguardia dei 36 lavoratori, sempre più a rischio licenziamento. Presidi, incontri, volantinaggi, appelli alle istituzioni cittadine non sono riuscite a smuovere di più le acque.

E' in corso da stamattina alle ore 9 un Tavolo tecnico tra la direzione aziendale, le rappresentanza sindacali, l'Upi, e il dirigente provinciale Gabriele Marzano presso la sede di strada Martiri della Libertà. Di fronte un presidio partecipato da molti lavoratori della Cft, e dal Comitato di solidarietà cosituito per sostenerne la lotta. La Fiom non è disposta ad accettare la proposta dell'azienda e prosegue nelle mobilitazioni per far sì che nessun operaio venga licenziato. Oggi i lavoratori sono di nuovo in sciopero per 8 ore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO: INTERVISTA A GIUSEPPE MASSARI, RSU FIOM

"La quota proposta -riferisce Antonella Stasi, segretaria della Fiom di Parma- sarebbe più o meno equivalente ai soldi che l'azienda dovrebbe mettere dopo l'apertura della procedura di mobilità per i 36 lavoratori. Oggi un nuovo sciopero ed un nuovo presidio per salvaguardare tutti i posti di lavoro". Davanti alla sede della Provincia, oltre ai consueti cartelli e striscioni contro i licenziamenti il Comitato di solidarietà ha esposto un grosso striscione con scritto "No a licenziamenti e rappresaglie, solidarietà ai lavoratori".

Tra i presidianti, circa una sessantina, anche una persona, vestita da pagliaccio, con una scatola di cartone al collo con scritto 'E la farsa continua, Cft Come Fottervi Tutti' e 'Sei un dirigente incapace? Catellopoli ti aspetta. A.A.A. Dirigenza competente cercasi'. L'atmosfera è serena, anche se un pò di rassegnazione, dopo le varie mobilitazioni, è nell'aria. Sul posto sono arrivate anche due auto dei Vigili Urbani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento