menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Integrazione, gli Educatori: "L'Amministrazione ha dichiarato guerra a famiglie e bambini"

Attacco frontale dell'Assemblea degli Educatori di Parma all'assessore Laura Rossi e all'Amministrazione Comunale dopo che l'incontro in Municipio tra Comune e dirigenti scolastici si è risolto sostanzialmente in un nulla di fatto

Tagli ai servizi di integrazione scolastica. Attacco frontale dell'Assemblea degli Educatori di Parma all'assessore Laura Rossi e all'Amministrazione Comunale. Dopo che l'incontro in Municipio tra Comune e dirigenti scolastici è stato si è risolto sostanzialmente in un nulla di fatto, gli educatori che si occupano dell'appoggio scolastico agli alunni disabili ribadiscono l'opposizione ai tagli e accusano l'Amministrazione di aver fatto una "scelta irresponsabile" e di aver "dichiarato guerra alle famiglie e ai bambini". 

"Noi Educatori -si legge in una nota- costituiti in “Assemblea degli Educatori in difesa del Servizio di Integrazione Scolastica” sentiamo fortemente l’esigenza di affermare la nostra assoluta contrarietà ai tagli derivanti da una scelta irresponsabile dell’Amministrazione Comunale che, autoassolvendosi, ha dichiarato guerra alle famiglie, ai bambini disabili e ai lavoratori, nonché offeso il senso morale e di solidarietà di molti concittadini.

Dobbiamo constatare che non c’è stato nessuno sforzo da parte di questa giunta, come invece promesso, per trovare i fondi necessari a garantire la tutela del diritto allo studio dei bambini diversamente abili persistendo nella pianificazione di tagli, che avranno gravi ricadute sulla qualità della scuola e della vita dei minori. Le recenti vicende che hanno visto l’Assessore Rossi antagonista dello Stato Sociale, dimostrano ancora quanto le decisioni e le azioni intraprese siano finalizzate a colpire i più deboli: famiglie, bambini, lavoratori o anziani che si adoperano per gli altri. 

Gli Educatori a fronte di questi scellerati provvedimenti chiedono l’aiuto di tutta la comunità e si rendono disponibili a dialogare, incontrare e ascoltare chiunque abbia a cuore il diritto allo studio e all’integrazione scolastica (siano essi comuni cittadini, insegnanti, genitori, forze politiche o sociali e associazioni).  Vogliamo costruire insieme un percorso per far conoscere alla Città quanto essenziale sia il Servizio di Integrazione Scolastica e quanto questo sia specchio della Civiltà e Tolleranza che Parma ha sempre eccellentemente mostrato negli ultimi 40 anni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento