Giocampus, la convenzione è scaduta. Bizzi: "La rinnoverete?"

Il consigliere comunale del Pd si rivolge all'amministrazione comunale per chiedere se si intende portare avanti il progetto di educazione motoria e alimentare realizzato in collaborazione con Barilla

Giocampus. Giuseppe Bizzi, consigliere comunale del Pd interroga la giunta Pizzarotti per sapere se l'amministrazione comunale intenda rinnovare la convenzione scaduta il 31 agosto. Oggi, 17 settembre, iniziano le scuole e il progetto di educazione motoria e alimentare verrà avviato solo se verrà rinnovata la convenzione.

"Il 31 agosto 2012 -esordisce Bizzi- è scaduta la convenzione che legava il Comune all’alleanza educativa pubblico-privata di Giocampus, composta anche da Università di Parma, Coni provinciale, Ufficio scolastico provinciale, Cus Parma e Barilla. Il progetto Giocampus ha come obiettivo l’educazione al benessere delle future generazioni di Parma attraverso corretto movimento e sana alimentazione e prevede le fasi Scuola, Neve ed Estate.

La fase Scuola prevede che le 60 ore annuali di educazione motoria in tutte le scuole primarie della città siano svolte da insegnanti diplomati all’Isef e laureati in Scienze motorie. Giocampus Scuola dal 2009 ha dato continuità e sviluppo all’esperienza partita nel 2001 con la collaborazione di Comune, Barilla e Coni e denominata “1,2,3, la ginnastica per te” e successivamente “1,2,3…via!”. La fase Scuola prevede anche 12 ore di educazione alimentare svolta in classe da laureati in Scienze gastronomiche della nostra Università e un laboratorio didattico di cucina in Accademia Barilla rivolto a ragazzi, genitori e insegnanti.

Considerato che è riconosciuta da tutti i programmi sanitari nazionali e internazionali l’importanza dell’educazione motoria e alimentare in vista di una crescita sana e della prevenzione d disturbi legati all’obesità. Il progetto Giocampus è monitorato nei risultati da un Comitato scientifico e ha ottenuto il monitoraggio del comitato “Scuola e cibo” del ministero dell’Istruzione, facendo di Parma un’esperienza pilota a livello nazionale.

Con Giocampus Scuola e i precedenti progetti la proposta formativa delle scuole di Parma è stata arricchita da specifiche competenze in educazione motoria. Il progetto ha importanti ricadute occupazionali e valorizza il legame con la nostra Università. La fase Scuola può contare sul contributo economico di Barilla e su quello di tecnico-scientifico degli altri partner dell’alleanza.

Visto che lunedì 17 settembre è fissato l’inizio delle scuole. Giocampus Scuola coinvolge oltre 7000 ragazzi del Comune di Parma, le loro famiglie e tanti insegnanti.  E’ importante non vanificare la continuità di un progetto più che decennale e il contributo economico, tecnico e scientifico dei partner dell’Alleanza educativa. Si chiede se l’Amministrazione intenda rinnovare la convenzione di Giocampus, per quanto tempo e con quale impegno economico. Se l’Amministrazione assicuri per tutto l’anno scolastico 2012/2013 il regolare svolgimento dei percorsi di educazione motoria e alimentare nelle scuole primarie di Parma".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

Torna su
ParmaToday è in caricamento