menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Integratori alimentari sequestrati spariti: i Nas denunciano i titolari di alcune farmacie di Parma

I carabinieri avevano sequestato alcuni integrati con il principio farmacologico attivo 'Sildenafil', affidandone la custodia giudiziale ai titolari dei negozi

Nel novembre 2009 il Nas di Parma, su disposizione del Tribunale di Milano, aveva sequestrato degli integratori alimentari con il principio farmacologico attivo 'Sildenafil' a diverse farmaci e erboristerie, alcune nel parmense. I prodotti, poi, erano stati affidati in custodia giudiziale ai titolari degli esercizi.

Quando l'Autorità giudiziaria ha emesso un provvedimento di distruzione per il materiale sequestrato, trasmesso per l'esecuzione al nas, dai sopralluoghi dei militari è però emerso un problema: cinque titolari di farmacie e erboristerie tra Parma, Reggio Emilia e Piacenza, si erano già disfatti degli integratori alimentari affidati in custodia nel 2009.

Per questo motivo, una volta conclusi gli accertamenti, i carabinieri del nas hanno proceduto a segnalare i cinque esercenti alle rispettive Procure, dinanzi alle quali dovranno ora rispondere dei reati di sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro e violazione colposa dei doveri inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: più di 170 casi e un morto

  • Cronaca

    Covid: "Negli ultimi giorni abbiamo ricoverato molti giovani"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento