Cronaca

L'allarme di Nando Dalla Chiesa: "Si nega la presenza della mafia"

Pensavamo di non avere a che fare con la mafia, ora pensiamo che non abbiamo avuto mai a che fare

Nando Dalla Chiesa - foto Ansa

Ospite del convegno organizzato da Legacoop Emilia Ovest dal titolo "La 'ndrangheta in Emilia tra economia, società e cultura", Nando Dalla Chiesa ha parlato delle infiltrazioni mafiose nel nostro territorio. "Le infiltrazioni sono un modo di fare, una piaga che viene sospinta dalla presenza di un soggetto che si chiama 'ndrangheta molto diffuso e capace di coinvolgere in una società incapace e molto vulenarbile  che progressivamente ne assimila modelli di pensiero e azione. Insegna omertà e cura esclusiva dei propri interessi, scarso rispetto delle istituzioni. Quando si parla di colonizzazioni si parla anche di trasmissione di modelli di pensiero. La situazione a Parma? Anche qui si hanno le compromissioni, una contaminazione non così profonda come nelle altre province ma che si coglie tra Parma, Mantova, Reggio e per certi aspetti Cremona. E che interessa la parte del confine tra Lombardia ed Emilia. Pensavamo di non avere a che fare con la mafia, ora pensiamo che non abbiamo avuto mai a che fare. Si nega la presenza dela mafia, non si riconosce la presenza. Atteggiamento molto negativo, tipico del Nord e del Sud".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'allarme di Nando Dalla Chiesa: "Si nega la presenza della mafia"

ParmaToday è in caricamento