menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

Le regole dell'Istituto superiore di sanità dopo la stretta del Governo

La mascherina da un pò è diventata obbligatoria ovunque: non solo nei luoghi chiusi ma anche per strada. E adesso anche durante l'attività motoria (la classica passeggiata). Tutto questo ovviamente anche a Parma. E questo perché può diminuire i contagi. Ma a cosa servono effettivamente le mascherine? E quali sono gli errori da evitare? Insomma, come vanno usati questi dispositivi? No alle mascherine portate sul braccio o in tasca quando non si utilizzano e no anche all’uso troppo prolungato, oltre la mezza giornata, della stessa mascherina, che non va «sopravvalutata: il distanziamento va comunque mantenuto».

E poi, ricordare che anche quelle chirurgiche non sono tutte uguali: i prodotti certificati, «come quelli che il governo distribuisce nelle scuole, sono ancora più sicuri». A spiegarlo  sono i medici dell’Istituto superiore di sanità, che forniscono le istruzioni per l’uso elencando gli errori più frequenti delle persone, parmigiani compresi, alle prese con la protezione obbligatoria.  Così, gli errori più comuni sono legati soprattutto al posizionamento della mascherina che deve coprire dal naso fino al mento. Spesso, poi, secondo gli esperti, si sopravvaluta questo dispositivo che deve essere sempre accompagnato dalle altre misure, in particolare dal distanziamento. Questo perché anche i nostri occhi sono sensibili. E la mascherina non protegge gli occhi. 

Tutto sulle mascherine: modelli e caratteristiche. Come averle scontate

Poi: la mascherina, quando non la si indossa, potrebbe contaminarsi. Tenerla sul braccio, in tasca o in borsa non è igienico. Meglio portare con sé un piccolo sacchetto di plastica, come quello dei surgelati, dove riporla, piegata con la parte che va sulla bocca all’interno, consigliano gli epidemiologi. E ancora: per l’Iss, una mascherina chirurgica, portata da un medico, dovrebbe essere usata 4 ore al massimo. In una situazione sociale, le persone possono invece usarla mezza giornata. Sul proprio sito l’Iss propone infine una serie di regole, come il lavaggio nel caso di mascherine riutilizzabili. Per una perfetta pulizia vanno quindi lavate a 60 gradi con comune detersivo o secondo le istruzioni del produttore, se disponibili; talvolta i produttori indicano anche il numero massimo di lavaggi possibili. 

Prima di indossare la mascherina è poi necessario lavare le mani con acqua e sapone per almeno 40-60 secondi o eseguire l'igiene delle mani con soluzione alcolica per almeno 20-30 secondi; indossare la mascherina toccando solo gli elastici o i legacci e avendo cura di non toccare la parte interna; posizionare correttamente la mascherina facendo aderire il ferretto superiore al naso e portandola sotto il mento; accertarsi di averla indossata nel verso giusto (ad esempio nelle mascherine chirurgiche la parta colorata è quella esterna). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento