menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Movida in via d'Azeglio

Movida in via d'Azeglio

Movida di via d'Azeglio: accordo tra Comune ed esercenti

Nei giorni scorsi intesa tra l'Assessore al Commercio Paolo Zoni e le associazioni di categoria per ridurre l'impatto della manifestazione: nuove regole su orari, viabilità e bevande alcoliche


La movida di via d'Azeglio, al centro di alcune polemiche, si autoregola. Il Comune di Parma, nella persona dell'Assessore al Commercio Paolo Zoni ha firmato, nei giorni scorsi, un importante accordo con le associazioni di categoria -Confcommercio, Confesercenti - e diversi esercenti del quartiere Oltretorrente, per l'autoregolamentazione delle iniziative di animazione del territorio che contiene regole specifiche, su orari e viabilità, al fine di ridurre l'impatto sul territorio e nei confronti dei residenti.

L'Amministrazione comunale, dunque, gli operatori del settore e le loro associazioni, sottoscrittori dell’accordo, si son fatti promotori e attuatori, per quanto di competenza, della definizione di un "codice di autoregolamentazione", applicabile alle attività di quelle imprese che operano nella somministrazione di alimenti e bevande, per agevolare e favorire processi e progetti di riqualificazione e per i quali diventa imprescindibile il miglioramento dei comportamenti individuali anche nella prospettiva di un ulteriore innalzamento della qualità del servizio offerto alla clientela.
L’autoregolamentazione riguarda gli orari delle manifestazioni e il ripristino della normale viabilità, la cura dello spazio pubblico concesso in uso, il rispetto dei limiti di inquinamento acustico, la modalità di somministrazione e altre eventuali cautele che si rendessero necessarie nella somministrazione delle bevande alcoliche.

Di seguito, alcune delle regole più significative.

Le manifestazioni avranno inizio alle 20.30 e termineranno inderogabilmente entro mezzanotte e mezzo.
Gli esercenti dovranno assicurare una disposizione delle attrezzature dei rispettivi esercizi che non ecceda i limiti autorizzati e che non impedisca o intralci la circolazione dei flussi pedonali, il traffico viabilistico dei residenti, dei mezzi di emergenza e delle forze dell'ordine. Al termine di ogni serata o turno di lavoro dovranno pulire e sanificare l’area antistante il loro esercizio in modo da lasciare la pubblica via in ordine e decoro.

Gli esercenti si impegnano ad effettuare un sistematico controllo delle emissioni sonore in esterno provenienti dai loro impianti di amplificazione e da tutte le dotazioni in uso, provvedendo a una immediata riduzione del volume entro i limiti consentiti, o comunque in modo da non recare disturbo. Tutte le forme di intrattenimento dovranno iniziare non prima delle 21 e terminare non oltre le 23.

La somministrazione e la vendita da asporto di cibi e bevande dovrà avvenire secondo quanto previsto dalle norme vigenti.
Gli esercenti, a partire dalle 22 e fino al termine delle manifestazioni, si impegnano a non vendere per asporto bibite ed altre bevande e alimenti in contenitori di vetro o di metallo, provvedendo, invece, a versarne il contenuto in elementi plastificati, o di carta, o di altro materiale equivalente ritenuti idonei dalle vigenti disposizioni sanitarie.


Gli esercenti si fanno carico - con il loro vigilante impegno - di una attenta attività di somministrazione delle bevande alcoliche e dei super alcolici quando, per particolari situazioni di orario o connesse a tipologie di clienti, diventi indispensabile l'assunzione di cautele e di misure prudenziali. Gli esercenti s’impegnano, altresì, a vigilare affinché la propria clientela non ponga in essere atti vandalici o di disturbo della quiete pubblica o comunque atti a turbare  il regolare svolgimento della manifestazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: stop ai diesel Euro 4 fino a venerdì 5 marzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Ponte della Navetta, Alinovi al Ministero: “Aprirlo entro Pasqua”

  • Attualità

    Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento