La Tanzania in handbike. Cena a Collecchio per sostenere Norberto De Angelis

Attraversare la Tanzania in handbike, percorrendo oltre 750 chilometri da Ovest a Est, per diffondere un messaggio di riscatto sociale in favore delle persone disabili in Africa. L'iniziativa sarà presentata mercoledì 10 luglio alle 20.30, in una cena evento organizzata alla Corte di Giarola di Collecchio

Attraversare la Tanzania in handbike, percorrendo oltre 750 chilometri da Ovest a Est, per diffondere un messaggio di riscatto sociale in favore delle persone disabili in Africa. È questa la nuova avventura solidale e sportiva di Norberto De Angelis, ex giocatore della nazionale italiana di football americano, rimasto disabile in Tanzania, durante un periodo di volontariato per il Cefa Ong - Comitato Europeo per la Formazione e l'Agricoltura.

E proprio dalla Tanzania De Angelis vuole ripartire con la nuova avventura “Less is more”, per lanciare, dall’Africa all’Europa, il messaggio che un disabile può essere protagonista della propria vita e diventare una risorsa per l'intera comunità. In questi anni il progetto “Less is more” ha sostenuto un impegno verso i disabili a 360gradi: rivolgendosi a tutte le età e dando un aiuto ad ampio raggio, con assistenza fisioterapica, visite mediche domiciliari, training di orientamentoper non vedenti, attività didattiche e ricreative per bambini e corsi di formazione professionale.

L'importante progetto di solidarietà, promosso da Cefa Ong - impegnata da oltre 40 anni nella cooperazione internazionale – e patrocinato dal Comitato Italiano Paralimpico, sarà ufficialmente presentato a Parma mercoledì 10 luglio alle 20.30, in una cena evento organizzata alla Corte di Giarola di Collecchio, alla presenza di Norberto De Angelis, intervistato per l'occasione dall'ex campione di basket Andrea Grossi, e delle autorità locali.

Lo sportivo non è nuovo a imprese straordinarie e di solidarietà. Dopo la traversata in handbike della famosa Route 66 americana adesso si prepara a ripartire da dove “la sua prima vita” è finita e la sua “seconda vita” è ricominciata: da Matembwe, in Tanzania, il luogo dove ebbe l’incidente mentre era impegnato come volontario per il Cefa. Il costo della cena a buffet, con le migliori specialità della cucina locale, è di 30 euro, di cui 10 a sostegno dell’iniziativa solidale per le persone disabili della Tanzania. La serata verrà arricchita dalle selezioni musicali a cura dei DJ’S Vinylistic: Carlo Maffini, Leo Mussini e Alberto Bolognesi.

Per info e prenotazioni: 347 9458355 – 339 2174125 – 0521 305084; mail: info@cortedigiarola.com
www.cefaonlus.it

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Nuovo Dpcm entro il 9 novembre: stretta sulla attività commerciali e gli spostamenti interregionali

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Parma in controtendenza: pronto soccorso e terapie intensive non sono in emergenza

  • Da Piazza della Pace a Piazza Garibaldi: anche Parma protesta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento