Collegio Europeo, Orlandini (Pdl): "Pagano solo i cittadini di Parma"

Il consigliere provinciale ritiene una grave anomalia il fatto che la Commissione Europea contribuiosce ad altri istituti esteri e non versa un euro nelle casse del Collegio Europeo di Parma

Simone Orlandini

"Dall'analisi generale effettuata in commissione quinta, in qualità di vicepresidente, assieme al presidente Ilaria Calunga e al direttore amministrativo del Collegio Alessandrini, emerge che la quasi totalità dei costi è a carico dei cittadini di Parma". Così in una nota stampa il consigliere provinciale del Pdl, Simone Orlandini.

"Il servizio che il Collegio offre è di respiro europeo - dichiara Orlandini - studenti italiani europei ed extraeuropei partecipano ai corsi e che una volta ultimati  verosimilmente andranno a ricoprire ruoli nelle istituzioni europee. Ritengo che la grave anomalia per cui la Commissione Europea contribuisce economicamente  alla gestione del Collegio di Bruges e ad altri cinque istituti di formazione europei, e non versa un euro nelle casse del Collegio Europeo di Parma debba essere colmata".

"Voglio capire per quale motivo questo accade - continua il consigliere pidiellino - non mi sembra corretto che i costi di questo servizio siano quasi completamente a carico dei Parmigiani, in particolar modo della Fondazione Cariparma, per questo ho chiesto alla commissione di predisporre un ordine del giorno condiviso con cui impegnamo la Provincia a sollecitare gli enti preposti a far si che la Commissione Europea si impegni economicamente a sostenere l'attività del Collegio. Certamente dovremo analizzare attentamente tutta la gestione dell'istituto, per verificare ove possibile, la riduzione dei costi. Altra cosa importante è capire se il CDE, Centro di Documentazione Europea può essere ulteriormente valorizzato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"In un momento cosi difficile - conclude Orlandini - per il nostro paese ciascuno deve fare la sua parte, anche le istituzioni europee, alcune delle quali  pronte a criticare l Italia e il suo ex Premier con una determinazione  mai vista, e poi si dimenticano di sostenere quegli enti che l'Europa contribuiscono a Costruirla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento