Parma terreno fertile per il pizzo: ma le denunce continuano a calare

Sono circa 2.000 gli imprenditori vittime delle estorsioni in Emilia-Romagna e tre le zone più critiche c'è anche la città ducale. E' quanto emerge dal rapporto di Sos Impresa di Confesercenti

Consegna soldi

Sono circa 2.000 gli imprenditori vittime del 'pizzo' in Emilia-Romagna e le zone piu' critiche sono Bologna, Modena, Reggio Emilia, Parma e la riviera romagnola. E' uno dei dati del 13/o rapporto di 'Sos impresa' di Confesercenti, che analizza le 'mani' della criminalita' sulle aziende locali. Inoltre, in linea con il trend nazionale, anche in Emilia-Romagna negli ultimi anni sono calate le denunce di estorsioni subite: erano 423 nel 2008, 356 nel 2009, 206 nel 2010 e 113 nei primi sei mesi del 2011. Dati in contrasto con l'aumento delle operazioni anti-usura delle forze dell'ordine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Torna il volo Parma-Trapani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento