Pali Italia, il sindaco Pizzarotti: "Si riconvochi un Tavolo d'urgenza"

“Il Comune di Parma – afferma Pizzarotti - è dalla parte dei lavoratori, a cui devono essere garantiti diritti e futuro. l’ipotesi dei 114 esuberi preoccupa molto il nostro territorio"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Il sindaco Federico Pizzarotti interviene sulla vicenda della società  “Pali Italia”, che sta vivendo un momento decisivo per il futuro dell’azienda stessa. Il Comune di Parma si unisce alle altre istituzioni impegnate a favorire il dialogo fra le parti con l’obiettivo di  mantenere a Parma la sede dell’Azienda, ma anche di garantire un futuro ai lavoratori che rischiano di uscire dal ciclo produttivo: “Il Comune di Parma – afferma Pizzarotti -  è dalla parte dei lavoratori, a cui devono essere garantiti diritti e futuro. l’ipotesi dei 114 esuberi preoccupa molto il nostro territorio e rappresenta una scelta da noi per nulla condivisa. Il nostro obiettivo è di scongiurare questa ipotesi e di mantenere la produzione nel parmense: non stiamo parlando di merci ma di lavoratori con famiglie e figli. Ora si riconvochi un tavolo d’urgenza per trovare al più presto una soluzione condivisa, che consenta alla società Pali Italia di continuare la sua attività senza pesanti ricadute sul piano occupazionale ”.

Torna su
ParmaToday è in caricamento