menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo sgombero del Piano Terra

Lo sgombero del Piano Terra

Piccole Figlie: allo studio una delocalizzazione per riprendere le attività

"La direzione dell'Ospedale -si legge in una nota- ringrazia tutte le generose offerte di aiuto di volontari ma ancora non è possibile svolgere in sicurezza un lavoro manuale di spalamento"

"I lavori di sgombero dal fango del piano terra -si legge in una nota- e delle pertinenze dell'ospedale Piccole Figlie sono andati avanti tutto il giorno e riprenderanno domani, con mezzi meccanici, Vigili del Fuoco e personale specializzato. La direzione dell'Ospedale ringrazia tutte le generose offerte di aiuto di volontari ma ancora non è possibile svolgere in sicurezza un lavoro manuale di spalamento. Una nuova valutazione sarà effettuata domani pomeriggio, sabato, per verificare la possibilità di accogliere i volontari nella giornata di domenica.

Intanto è allo studio l'ipotesi di delocalizzare presso altre strutture sanitarie, pubbliche o private, i servizi ambulatoriali e l'attività ospedaliera per poter riaprire a breve termine. Questo perché l'organizzazione è funzionante e tutto il personale è disponibile così come i collaboratori medici. Al momento non è possibile specificare tempi e modi, ma c'è la volontà e la determinazione di rialzarsi presto. Inevitabilmente si è però dovuto procedere alla richiesta di cassa integrazione straordinaria in deroga per tutto il personale. Una richiesta che è stata sottoscritta congiuntamente dall'azienda e dalle organizzazioni sindacali e che è già stata trasmessa alla Regione Emilia-Romagna.

Nella giornata di oggi, venerdì, il personale amministrativo con grande dedizione ha chiamato tutti i pazienti in lista d'attesa operatoria per informarli della situazione e aiutarli nel riprogrammare gli interventi in altri modi. Allo stesso modo sono stati avvisati i pazienti che avevano da ritirare i referti istologici. Questi esami così come le analisi di laboratorio e le radiografie effettuate fino a una settimana fa sono salvi e disponibili per il ritiro, da lunedì.

In tanti hanno manifestato l'intenzione di effettuare donazioni. Apprezziamo molto questo affetto e vicinanza, al momento si sta studiando il canale più appropriato per ricevere il sostegno economico: appena possibile sarà comunicato. Oggi abbiamo ricevuto anche la visita, apprezzata, da parte dei parlamentari di Parma: i deputati Patrizia Maestri e Giuseppe Romanini e il senatore Giorgio Pagliari. La direzione di Hpf, assieme ai dirigenti medici dell'Hospice, ha illustrato la situazione, analizzando e discutendo con i parlamentari le possibilità di una ripresa delle attività e il sostegno che può giungere dalle Istituzioni. Ricordiamo che, per ora, il modo migliore per essere aggiornati, e rimanere in contatto diretto con noi, è seguire il sito web www.hpfparma.it oppure la pagina facebook "Emergenza Ospedale Piccole Figlie".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Prenotazioni per chi ha dai 60 ai 64 anni: a Parma 28 mila persone

Attualità

Prosegue la campagna vaccinale: a Parma quasi 174 mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    "Interno Verde": alla ricerca dei giardini segreti di Parma

  • Attualità

    Un nuovo pulmino per la Pubblica in nome di Tommy

Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento