menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ponte Navetta e messa in sicurezza del torrente Baganza: i consigli di Legambiente per la ricostruzione

Sono da poco arrivati all'amministrazione comunale i fondi stanziati dal governo per l'alluvione. I finanziamenti -3,8 milioni- saranno utilizzati per la messa in sicurezza del torrente Baganza e la ricostruzione del ponte ciclo-pedonale. Legambiente tramite comunicato stampa suggerisce la rimozione degli abusivismi sull'argine e la condivisione degli interventi con la cittadinanza.

Da poco nelle casse comunali sono arrivati i finanziamenti governativi per l'alluvione. I 3,8 milioni di euro saranno utilizzati per la ricostruzione del Ponte Navetta e la messa in sicurezza del torrente Baganza. 

Legambiente accoglie positivamente la notizia del finanziamento finalizzato anche all'ampliamento della golena del Torrente Baganza che restituirebbe così parte del terreno urbanizzato al fiume.

Inoltre, data la rilevanza dell'ammontare per la risistemazione fluviale (2,4 milioni di euro), Legambiente auspica che "gli interventi non siano calati dall'alto ma, condivisi con la popolazione e quindi siano suscettibili di modifiche" in quanto gli Enti preposti alla manutenzione e alla ricostruzione, Servizio Tecnico di Bacino e Aipo "troppo spesso agiscono in modo autoreferenziale e con ben poca trasparenza". 

Vari gli episodi di abusivismi lungo l'asta del Torrente, oltre 90, calcolati fino a pochi mesi fà dall'assessore Alinovi. Legambiente richiede al Comune che, con i fondi stanziati, si faccia fronte anche a questa problematica oltre  a quella dovuta alla "presenza impropria di fabbriche ed altre attività produttive prospicienti il Baganza, impostandone la delocalizzazione".

L'ultima nota di richiesta di Legambiente all'amministrazione sull'utilizzo dei fondi destinati al ripristino del Torrente, è la partecipazione attiva dei residenti e la promozione di incontri pubblici "prima dell'approvazione dei progetti definitivi e delle gare d'appalto".

Per quanto riguarda il Ponte Navetta e la pista ciclo-pedonale chiede se, nel frattempo "si valuti la possibilità di  un prolungamento della pista ciclabile in sponda destra sull'argine delle Piccole Figlie per immettere la pista ciclabile sul ponte dei Carrettieri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento