menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prostituzione nei centri massaggi: "I clienti? Ne abbiamo fermati più di 220"

Alessandra Arrabito, capitano della Guardia di Finanza di Parma spiega come si sono svolte le indagini: "Così siamo riusciti a sgominare l'organizzazione che sfruttava 25 donne cinesi"

Dopo il blitz che ha portato le Fiamme Gialle di Parma al sequestro di ben 22 Centri massaggi di Parma per sfruttamento della prostituzione abbiamo intervistato Alessandra Arrabito, Capitano della Guardia di Finanza di Parma, per capire come si sono svolte le indagini che hanno portato ai provvedimenti nei confronti di 34 persone, a 56 perquisizioni in tutta Italia e alla ricostruzione di una rete di persone che sfruttava 25 donne, tutte cinesi. 

"Abbiamo dato esecuzione ad un decreto di sequestro di 22 centri massaggi sul territorio di Parma e uno a Ferrara all'interno dei quali si sfruttava la prostituzione di 25 donne di origine cinese. Le perquisizioni sul territorio nazionale sono state 56 e abbiamo accertato che l'organizzazione aveva al suo interno persone di nazionalità cinese ma anche un italiano. L'attività prende le mosse da un servizio preventivo per ricercare evasori nel settore dei Centri massaggi e benessere. Durante questi controlli ci siamo resi conto che le persone di nazionalità cinese aveva molte partite Iva nel settore: questo ha destato la nostra curiosità. Le persone indagate sono 34 e 25 le donne sfruttate"

"Nei controlli fiscali avevamo deciso di fare attenzione ai Centri benessere e ci siamo resi conto che molte partite Iva avevano caratteristiche comuni, come la gestione da parte di persone di nazionalità cinese ed avevamo i medesimi redditi: tutti avevano risiedevano nel milanese. Contemporaneamente molte segnalazioni arrivate al 117 ci segnalavano che diversi Centri massaggi in realtà erano case per appuntamenti. Incrociando i due elementi abbiamo iniziato a fare un'indagine, coordinata dalla Procura, che ci ha  permesso di sgominare l'organizzazione. Sono stati fermati circa 220 clienti davanti ai Centri e sono stati intervistati: tutti hanno confermato che all'interno dei Centri non si svolgevano massaggi ma che le ragazze si prostituivano". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento