Referendum ed elezioni del 20 e 21 settembre: cosa fare per il voto assistito e al domicilio

Solo per i residenti nel distretto di Parma è possibile rivolgersi anche direttamente al servizio di via Vasari n. 13

Le persone che soffrono di gravi deficit visivi o sono impossibilitate a usare le mani e non sono dunque in grado di votare autonomamente, possono chiedere di essere accompagnate in cabina elettorale da una persona di fiducia, per l’esercizio del voto assistito. Chi è affetto da grave infermità o si trova in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimora risulti impossibile anche con l’ausilio del trasporto pubblico che i Comuni organizzano in occasione delle consultazioni elettorali, può avvalersi del voto domiciliare.

Per esercitare il diritto di voto assistito o al domicilio, sia per le elezioni amministrative che per la consultazione referendaria, i cittadini devono chiamare il servizio di Igiene  Pubblica dell’AUSL ai numeri 0521.865301 oppure 0521.865314 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12. Solo per i residenti nel distretto di Parma è possibile rivolgersi anche direttamente al servizio di via Vasari n. 13 a Parma nelle seguenti giornate: 8 e 15 settembre dalle 8 alle 12 e il 19 settembre dalle 9 alle 11.

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione: ecco quando ci si può spostare da un comune all'altro per fare spesa

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

Torna su
ParmaToday è in caricamento