S.Leonardo, residenti: "Temiamo che Ponte Nord diventi piazza di spaccio"

Le preoccupazioni di un gruppo di residenti nello spicchio di quartiere tra via Trento e viale Europa per un acuirsi della criminalità a causa della presenza di spazi ancora inutilizzati nel Ponte Nord

Uno spicchio del quartiere San Leonardo, quello tra via Trento e viale Europa, dove la preoccupazione per un incremento della criminalità e del degrado si fa crescente. La denuncia arriva da un gruppo di residenti che teme che la presenza del Ponte Nord possa acuire problemi vecchi con i quali i cittadini di san Leonardo convivono ormai da anni. Prima fra tutti la questione sicurezza, in particolar modo legata allo spaccio tra via Trento e via Palermo e le frequentazioni notturne nel greto del torrente. "In quasi vent'anni di vita qui" - denuncia un abitante di via Sassari - non ho mai visto passare la polizia". "Le uniche macchine delle forze dell'ordine che ho visto passare sin ora sono quelle portate dal meccanico del quartiere", gli fa eco un residente di via Brennero.
${ mediaPreview gallery: 1532 }

INCHIESTA. IL MERCATO NERO DEL METADONE AL SERT


NESSUNA ATTRAZIONE SOCIALE. Poche attività commerciali, alcune ormai chiuse, e nessuna attrazione sociale, denunciano gli abitanti, preoccupati anche per la presenza di aree in disuso che con il tempo favoriscono il degrado della zona. La preoccupazione maggiore ora è però riversata sulla nuova struttura del Ponte Nord recentemente inaugurata, ma i cui spazi interni sono vuoti. Come ha sottolineato uno dei residenti, la presenza di una struttura coperta, in disuso e con l'assenza di attività che possano monitorare quanto succede, determina il rischio che, in attesa che si trovi una destinazione d'uso, gli spazi interni diventino l'ennesimo ritrovo per spacciatori e frequentazioni notturne.

QUARTIERE FANTASMA?. A segnalare le problematiche che preoccupano non poco i residenti, un cittadino che sottolinea come dalla pista ciclabile per ora incompleta, ci sia un facile accesso al greto, già noto come luogo di bivacchi e frequentazioni. Un'accessibilità soprattutto dal lato che da su via Reggio, da cui si può accedere sia al greto che alle arcate del ponte. Oltre al problema sicurezza, la preoccupazione per molti residenti è che questa porzione del quartiere San Leonardo diventi una zona dimenticata, con un incremento delle persone che dall'inizio dei lavori di via Brennero hanno lasciato e continuano a lasciare le abitazioni, generando un numero di appartamenti sfitti in crescita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento