Regio, Ferraris: "Il Festival Verdi si farà, in maniera responsabile"

L'assessore alla Cultura sulle polemiche che hanno investito la Fondazione dopo le dimissioni del presidente della Camera di Commercio Andrea Zanlari: "L'abbiamo saputo dalla stampa, ancora nessun documento ufficiale"

La notizia delle dimissioni di Zanlari dal CdA della Fondazione del Teatro Regio è arrivata prima dalla stampa, a cui è seguita una telefonata di comunicazione, ma ancora non è pervenuto il documento ufficiale, probabilmente per disguidi postali. Questo quanto reso noto dall'assessore alla Cultura Laura Ferraris e confermato dal Sindaco nel corso della conferenza stampa di stamane. "Se vorrà potrà dare le sue motivazioni a tempo debito, ma non è tenuto a farlo – commenta Ferraris –. Si tratta di un'uscita importante che andrà contestualizzata, ma non significa l'uscita di Camera di Commercio dall'Assemblea dei Soci". Sulla questione della ricapitalizzazione che Ciclosi poneva come necessaria, entro luglio il Comune pagherà l'ultima delle tre tranches da un milione di euro l'una, sono previsti anche finanziamenti ministeriali.

Nonstante le dimissioni importanti e una situazione che appare in bilico agli occhi dell'opinione pubblica, l'assessore Ferraris sottolinea: "Il Teatro Regio non è costituito da una sola persona o da chi gravitava attorno a questa, ma ha uno staff di forze con un comparto produttivo, amministrativo, tecnico e un ufficio biglietteria strutturato, che stanno continuando a lavorare anche in un momento in cui non c'è una figura centrale a dire loro come fare. Tutti questi uffici hanno al loro interno professionalità che svolgono il loro lavoro da 20 o 30 anni, sono loro a garantire che il Festival Verdi si farà in maniera responsabile, un concetto che d'ora in poi si applicherà sempre al teatro Regio, rispettando i conti previsti, con un margine di tolleranza ma con una serietà che fa si che ognuno abbia bene in mente cosa può fare o no, muovendosi concretamente dando il massimo al livello artistico senza castelli in aria. Le persone all'interno del Regio dimostrano in questo grande serietà, facendo ogni sforzo per garantire che si vada avanti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Prevista per sabato 28 alle ore 11, la conferenza stampa di presentazione del Festival Verdi, per i possibili cambiamenti e i biglietti venduti in forma di prelazione con Parma Incoming, Ferraris sottolinea: "C'è la disponibilità di posti concessa al Regio in un numero previsto, si riservano di procedere a una vendita confermata nel momento in cui si apre ufficialmente la vendita del teatro. Il problema più grosso rispetto alla programmazione potrebbe essere un cambiamento di date, cosa che non avverrà. L'anno scorso ci sono stati titoli cancellati dal Festival Verdi pur essendo stati previsti e il programma è stato comunicato in maniera definitiva il 3 settembre con una vendita a partire dal 20. La nostra volontà è quella di mantere tutto quello che è stato previsto e fatto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • A Parma vietate le feste e lo sport amatoriale: mascherina in casa con i non conviventi

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento