“intorno a medea”, dal melologo di jiri antonin benda

Intorno a Medea: Clara Galante adatta il melologo di Jiri Antonin Benda ad una esecuzione concentrata sul dramma per voce e pianoforte con l'elaborazione musicale del Maestro Andrea Sammartino. Uno spettacolo in programma per domenica 3 luglio alle 21 alla Casa della Musica, a ingresso libero.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Casa della Musica - Sala dei Concerti
Domenica 3 luglio 2016, ore 21
ingresso gratuito

Nell'ambito delle iniziative promosse dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Parma per l'estate 2016, domenica 3 luglio alle ore 21, si svolgerà, presso la Sala dei Concerti della Casa della Musica, lo spettacolo intitolato "Intorno a Medea", liberamente ispirato al melologo di Jiri Antonin Benda, con la regia di Alessio Pizzech, l'elaborazione drammaturgica ed interpretazione di Clara Galante e l'elaborazione musicale di Andrea Sammartino.

Lo spettacolo ha debuttato al Teatro Verdi di Trieste con scene e costumi di Pier Paolo Bisleri, l'orchestra e il coro del teatro diretti dal Maestro Diego Dini Ciacci; Clara Galante adatta il melologo di Benda ad una esecuzione concentrata sul dramma per voce e pianoforte, con l'elaborazione musicale del Maestro Andrea Sammartino.

Mozart, in una lettera del 12 novembre del 1778 durante la sua permanenza a Mannheim, scrive, a proposito di questa Medea: "questo dramma è eccellente, la musica è un recitativo, e la parola che si recita sullo sfondo musicale è di splendido effetto".

Il racconto pone al centro il punto di vista di Medea, di un femminile tradito, di un gesto estremo nel tentativo di rovesciare un sistema valoriale tutto al maschile. Medea fa della propria marginalità un punto di vista radicale che sovverte le leggi stabilite: metallo, sangue, carbone e cenere dominano i colori di un mondo devastato che corrisponde a quella sorta di terremoto dell'anima che Medea ha vissuto in sé. Medea maga Medea moglie Medea madre, ribelle, emarginata, tradita…La maternità così diventa colpa, impossibilità ad essere donna.

Lo spettacolo è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

I più letti
Torna su
ParmaToday è in caricamento