quella di pioltello è una strage compiuta sull'altare del profitto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Trenord nel 2016 ha raddoppiato gli utili ma il 45% dei suoi treni ha più di 35 anni. Rfi ha investito 32 miliardi di euro per l'Alta velocità Torino - Salerno ma ha lasciato le linee regionali nel più completo abbandono. Quella di Pioltello è dunque una strage compiuta sull'altare del profitto. Ci hanno sempre raccontato che “il privato funziona meglio”, eppure le privatizzazioni e le societarizzazioni del trasporto pubblico hanno comportato aumento generalizzato di prezzi e tariffe, peggioramento complessivo dei servizi ai cittadini e peggioramento delle condizioni di lavoro dei dipendenti. È necessario rimettere in discussione la proprietà e la gestione private di una serie di attività economiche. Questo è ancor più vero nel campo dei servizi essenziali per la collettività (energia, acqua, trasporti, telecomunicazioni…), che per la loro stessa natura non possono essere impostati sulla logica del profitto. Non si tratta solo di nazionalizzare, ma di istituire il controllo dei lavoratori. La gestione delle imprese deve essere affidata agli operai, agli impiegati e ai tecnici che ci lavorano ogni giorno, che le conoscono in modo approfondito e che le fanno funzionare concretamente. La lista “per una Sinistra Rivoluzionaria” rivendica: * Nazionalizzazione di tutte le aziende privatizzate. * Nazionalizzazione delle reti di trasporti, telecomunicazioni, energia, acqua e ciclo dei rifiuti. * Tutte le aziende nazionalizzate siano poste sotto il controllo e la gestione dei lavoratori. “Per una Sinistra Rivoluzionaria” - Parma Per info e contatti: 338 836 6924

Torna su
ParmaToday è in caricamento