il coronavirus non ferma i vandali colornesi.

In un momento così difficile, ignoti si avventano sulla sala d'aspetto della stazione.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

L'Italia è ferma per l'epidemia in corso da corona virus. Ciò però non succedere per l'autoctono vandalismo locale colornese, che anche in questo momento così difficile non può non farsi notare. Mentre il paese vive in un surreale silenzio e le strade sono deserte, qualcuno ne approfitta ancora una volta per attaccare e danneggiare la stazione danneggiando in maniera pesante la sala d'aspetto. Graffiti sono stati disegnati ovunque sui muri, sulle finestre spaccate per l'occasione e sulle panchine della sala d'aspetto. Nessuna parte di muro questa volta è stata risparmiata e per l'ennesima volta sono state anche spezzate le maniglie delle porte. Si direbbe che questa volta i delinquenti abbiamo fatto le cose in grande. Non è più possibile ormai riconoscere la sala d'aspetto e sembra di trovarsi in un vero e proprio rudere. Persino i contenitori dei rifiuti sono stati danneggiati. Una mancanza di rispetto ulteriormente aggravata dal difficile periodo che stiamo attraversando. Il menefreghismo di alcuni non può avere giustificazione ed in attesa della fine di quest'epidemia speriamo si voglia provvedere a scovare e punire in maniera esemplare questi soggetti. il gruppo Amo - Colorno
Torna su
ParmaToday è in caricamento