lettera ai candidati

Quali progetti per le ASP?

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

PROSSIME ELEZIONI REGIONALI Quale futuro per le ASP? Lo chiediamo a tutti i partiti, presidenti e candidati al consiglio regionale! Inutile dilungarci sull’importanza delle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna previste per gennaio 2020, dato l’incerto panorama politico. Viviamo in costante campagna elettorale, messa in atto da tutti gli schieramenti politici, ascoltando vari proclami e promesse, con l’illusione che qualcuno possa realmente mettere in pratica un cambiamento positivo e concreto per noi cittadini ed elettori. I quesiti che poniamo a tutti i partiti politici e relativi candidati che si presenteranno alla prossima tornata elettorale nella nostra regione sono i seguenti: Quali progetti hanno per le ASP e l’assistenza ad anziani e disabili? Hanno intenzione d’innalzare e rimodernare i parametri regionali sull’accreditamento? Il Pubblico Impiego quale ruolo avrà nei servizi alla persona? Crediamo che sia necessario avere risposte a riguardo, in primo luogo come operatori del settore, che giornalmente viviamo le difficoltà prodotte dai continui tagli al welfare sociale, che nei riguardi dei cittadini e parenti, che affidano i propri cari, con la speranza che vengano curati e accuditi, con qualità e professionalità. Il nostro impegno è sempre massimo! Le domande le poniamo da tempo, cercando in tutti i modi di mantenere alta l’attenzione sulla questione, in quanto ormai è evidente che i parametri regionali (vecchi e arretrati) e relative somme stanziate sono del tutto insufficienti per il servizio che dovrebbe essere erogato. Automaticamente l’inadeguatezza delle risorse stanziate proporzionate ai parametri regionali, ricadono totalmente sui comuni e le relative aziende pubbliche, come nel caso del comune di Parma e di Asp Ad Personam. Il buco di bilancio di ASP Ad Personam ne è l’esempio. Ma questo è un problema che riguarda tutte le ASP della regione. A tal riguardo da parte di chi si propone in futuro di amministrare la regione Emilia Romagna, pretendiamo delle risposte chiare, senza alcuna propaganda. I servizi alla persona e la sanità devono essere pubblici. Mantenendo gli attuali parametri regionali sull’accreditamento, il rischio che tali servizi vengano affidati a privati per risparmiare è alto! Privati che per rigor di logica devono fare profitto. Profitto in primo luogo sulla pelle dei lavoratori, con condizioni contrattuali e lavorative peggiori. Profitto sulle spalle dei cittadini. Confidiamo di ricevere risposte e dando vita ad assemblee pubbliche ed incontri invitando i vari candidati, per parlare dell’argomento. Operatori socio sanitari /Asp Ad Personam (Parma) RSU – USB Mauro Caffo Enrico Saldì

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento