michele de lucchi. il rumore del lutto è il rombo del futuro

Conferenza dell'architetto Michele De Lucchi, nell'ambito della manifestazione Il Rumore del Lutto. Giovedì 31 ottobre, ore 10.30, Auditorium del Palazzo del Governatore, Parma

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Organizzata dall'Ordine degli Architetti PPC di Parma nell’ambito della manifestazione Il Rumore del Lutto, giovedì 31 ottobre, alle ore 10.30, presso l’auditorium del Palazzo del Governatore a Parma, si terrà una conferenza di Michele De Lucchi dal titolo “Il rumore del lutto è il rombo del futuro”. Michele De Lucchi è stato tra i protagonisti delle correnti di avanguardia nell’architettura e nel design sin dagli anni ‘70. Ha disegnato oggetti per le più conosciute aziende italiane ed europee. Ha realizzato progetti architettonici in Italia e nel mondo, tra cui edifici residenziali, industriali, direzionali e culturali. Ha curato molti allestimenti di mostre d'arte e design e progettato edifici per musei. Dal 2004 scolpisce casette in legno con la motosega per cercare l’essenzialità della forma architettonica. Una selezione dei suoi oggetti e delle sue sculture è esposta nei più importanti musei del mondo. È stato direttore della rivista “Domus” per l’anno 2018. Invitato dall’Ordine degli Architetti PPC di Parma a intervenire alla XIII edizione de Il Rumore del Lutto, che ha per tema i Passaggi, Michele De Lucchi anticipa così il suo intervento: “Il lutto è un passaggio, un momento di trasferimento di razionalità, emotività, pensieri, relazioni su un campo che è aperto proprio dall’esperienza del lutto. La fisica quantistica ha dimostrato che non solo il tempo si piega in presenza della materia, ma anche che non esiste come passaggio dal prima al dopo e che è inesorabilmente legato a tutto quello che noi percepiamo come solido e materiale. Non c’è mai stato nella storia dell’uomo un momento come questo, nel quale il concetto di futuro è stato così frequentato e così impellente. La ricerca del futuro è nella mente di tutti: ci siamo assoggettati a cambiamenti così repentini e così continui che il futuro non è più una semplice derivazione di qualche cosa che noi abbiamo conosciuto e sperimentato. Il rumore del lutto è il rombo del futuro e tutti siamo, chi in un modo chi nell’altro, chi tanto chi poco, impegnati a immaginare il futuro e soprattutto a costruirlo. Le gratificazioni più consistenti sono proprio quelle nelle quali sentiamo che abbiamo contribuito con qualcosa di valido per rendere il futuro non solo possibile, ma anche migliore. Come architetti il nostro compito è proprio quello di costruire occasioni reali di incontro non conflittuale, per affrontare i grandi temi che oramai non possono più essere trattati individualmente. Al rumore del lutto del pianeta rispondiamo con il rombo di costruttive visioni del futuro.” A partire dai suoi nuovi progetti, le Earth Stations, Michele De Lucchi affronterà il tema del lutto del pianeta, al quale l’architettura deve rispondere con “costruttive visioni del futuro”. Porteranno i saluti istituzionali Michele Alinovi, Assessore alle Politiche di pianificazione e sviluppo del territorio e delle opere pubbliche, Daniele Pezzali, Presidente dell'Ordine Architetti PPC Parma, e Marco Pipitone, curatore della rassegna Il Rumore del Lutto. L'evento è gratuito. Immagine: Earth Stations Many Hands_Bamboo Station_AmdlCircle_FilippoBologneseImages
Torna su
ParmaToday è in caricamento