Primarie. Cacchioli sceglie Civati: "Programma di sinistra"

Primarie del Pd. In vista dell'appuntamento di domenica 8 dicembre abbiamo fatto due chiacchiere con il 33enne Marco Cacchioli, candidato nella lista a sostegno di Pippo Civati, la candidatura del rinnovamento del più grande partito del centro-sinistra

Marco Cacchioli

Primarie del Pd. In vista dell'appuntamento di domenica 8 dicembre abbiamo fatto due chiacchiere con il 33enne Marco Cacchioli, candidato nella lista a sostegno di Pippo Civati, la candidatura del rinnovamento del più grande partito del centro-sinistra, considerato come una sorta di Anti-Letta. A Parma la lista che lo sostiene è composta da candidati con età media sotto i 40 anni. 

IL PROGRAMMA DI PIPPO CIVATI

​PRIMARIE: LO SPECIALE SUL VOTO A PARMA

Perché hai scelto di sostenere Civati come segretario?  Perché il Pd ha bisogno di un forte cambiamento, e tra gli aspiranti innovatori è l’unico che ha le capacità e la libertà per farlo.  Civati rappresenta quella parte di partito che in questi mesi ha lottato per avere un cambiamento vero nel Paese, per riuscire a guardare gli italiani negli occhi, per riuscire a vedere i giovani e le donne costruire il loro futuro. Rappresenta una parte minoritaria dei parlamentari e degli attuali dirigenti, ma largamente maggioritaria tra gli elettori del PD, compresi quelli che abbiamo perso per strada.

Qual'è il valore aggiunto rispetto agli altri candidati? "L’indipendenza rispetto alla vecchia dirigenza, che si è equamente posizionata sugli altri due candidati; la capacità di fare squadra, di valorizzare le migliori intelligenze che ruotano attorno al Pd e che spesso vengono marginalizzate a scapito delle alchimie correntizie. Intelligenze che hanno contribuito a redigere un programma corposo, innovativo e realmente di sinistra, che si fonda sul principio dell’uguaglianza sostanziale, sancito dall’art.3 comma 2 della Costituzione, per cui è fondamentale mettere tutti nelle stesse condizioni di partenza, perché senza uguaglianza non ci può essere merito. E ancora, la coerenza rispetto agli impegni presi con gli elettori, il coraggio di combattere a viso aperto l’impianto delle larghe intese, di chiedere le dimissioni dei ministri Alfano e Cancellieri, di denunciare l’immobilismo in tema di legge elettorale e i tentativi maldestri di modificare la Costituzione.

Ti chiedo una breve presentazione dei candidati di Parma per Civati. "La nostra lista è coerente rispetto all’idea di rinnovamento della classe dirigente e delle modalità di intendere e fare politica. Una lista composta da persone normali, che si sono impegnate concretamente per sostenere e diffondere la proposta politica di Civati, avulsa da vecchie logiche correntizie e dalla tentazione di inserire nomi altisonanti per attirare l’attenzione. La lista Civati per Parma è la più giovane delle tre: l’età media è sotto i quarant’anni, quella dei primi tre candidati è sotto i trenta, e, soprattutto, è composta da chi era già impegnato nel Pd e da chi si è avvicinato proprio grazie alla figura e alla proposta di Giuseppe Civati: Caterina Bonetti, 29 anni dottore di ricerca e bibliotecaria, Marco Cacchioli 33 anni libero professionista, Ilaria Lazzari 22 anni studentessa, Marco Boschini 39 anni coordinatore associazione comuni virtuosi, Lucia Frasanni 42 anni educatrice, Giampaolo Coriani 50 anni avvocato, Santina Camisani 47 anni operaia e delegata sindacale. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I CANDIDATI | MATTEO RENZI | GIANNI CUPERLO | PIPPO CIVATI 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ecco tutte le regole in vigore a Parma da domani

  • Pauroso frontale a Castione Baratti: muore una 22enne di Lesignano

  • Nuovo Dpcm in arrivo: cosa cambia a Parma e provincia

  • Covid: verso un nuovo Dpcm per il lockdown?

  • Verso un lockdown soft dal 9 novembre?

  • Coronavirus: verso un lockdown 'morbido' e la chiusura alle 21

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento