menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ishak Belfodil, pezzo pregiato del Parma, destinato a lasciare il gialloblù - Tm News Infophotp

Ishak Belfodil, pezzo pregiato del Parma, destinato a lasciare il gialloblù - Tm News Infophotp

ESCLUSIVA - Parma, Belfodil piace a tutte, l'agente conferma i contatti con il Napoli

Ci sarebbe anche l'Inter di mezzo, ultima società a sondare il terreno intorno al franco-algerino. Intanto l'agente chiarisce: "Ishak è stato molto bene qui, ma è un giocatore destinato a grandi piazze"

Un diamante grezzo. Questa la definizione che spesso, nell'arco di questo campionato, è stata attaccata sulle spalle di Ishak Belfodil, un giocatore atipico, un talento che inganna. Se lo vedi di sfuggita è difficile che ci punti dei soldi su di lui. Un movimento strano, che sembra privo di sincronismo. Alto, altissimo, con due piedoni giganti e un andamento un po' curvo, sembra tutto fuor che un attaccante tecnico e capace di muoversi con una certa destrezza nello stretto, saltare secco l'uomo e giocare di tecnica. Ishak è stato invece capace di stupire, anche in negativo, ma soprattutto in positivo per aver condotto una prima parte di stagione strepitosa. Ed è quella che in sostanza, malgrado i dormiveglia dell'altro girone, hanno donato al mercato del pallone un tormentone. Belfodil è appetito dalle grandi squadre, lo aveva cercato la Juventus in gennaio senza però esito positivo. Aveva incassato  da Leonardi solo un secco no e una controfferta provocante. Quagliarella più 13 milioni. Ora la Juve sembra essersi allontanata dal giocatore, puntando altre piste. Chi si è avvicinato è stato il Napoli, squadra che sta vedendo pian piano allontanarsi sempre più Cavani, idolo della curva e massimo esponente dell'azzurro in giro per l'Europa. Con i soldi freschi che DeLa incasserebbe dalla sua cessione, Bigon e i suoi assistenti, si muoverebbero per costruire una squadra all'altezza da affidare, quasi certamente a Benitez. Con Belfodil che entrerebbe di diritto in quegli investimenti. Si è fatto apprezzare Ishak, come conferma anche il suo agente, George Atangana a parmatoday.it: "Il contatto con il Napoli c'è stato in questi giorni, ma sono i soliti sondaggi che le società fanno in questo periodo. Nulla di concreto anche perché ci sono in ballo alcune situazioni da risolvere e non si sa ancora chi siederà sulla panchina". A dire la verità anche prima il Napoli si era fatto sotto per avere informazioni sul calciatore. Che tanto piaceva a Mazzarri, ora all'Inter. "Anche qui il discorso non cambia - spiega l'agente -. Io personalmente non ne so nulla, in via ufficiale nessuno mi ha chiamato e penso che anche nel caso dei nerazzurri, il contatto sia stato tra le due parti, indipendentemente da Mazzarri. Io entro in gioco quando tra le due società c'è già un discorso avanzato. Per il momento assisto interessato ai sondaggi che si fanno". E si tratta di sondaggi fitti, malgrado sia solo l'inizio del calciomercato con le conseguenti smentite. Anche perché l'Inter ha già sistemato la situazione della panchina e aveva espresso il suo radimento per Belfodil già a novembre, cercando di intavolare la trattativa a base di contropartite. Già ed è questo aspetto, oltre a quello economico, che interessa al Parma. Perché spesso per ovviare alle difficoltà economiche del momento, si inseriscono negli affari giocatori che possono piacere. E il Parma sarà interessatissimo a questo. Molto infatti dipenderà dalla disponibilità delle grandi che vogliono Ishak a mettere sul piatto una buona porzione di soldi con un contorno tecnico che piace a Donadoni. E pare si stia lavorando proprio in questo senso, anche perché Leonardi, che vorrebbe tenere almeno per un altra stagione Belfodil tra le sue fila, non fa sconti. Consapevole che il giocatore sia da piazza grande, l'a.d. del Parma cerca di trarre il massimo profitto dall'eventuale vendita. "Il giocatore - ha spegato il suo agente - piace a molte squadre di livello alto, non solo nel campionato di A. Riscuote molto gradimento anche all'estero (Liverpool ndr) e nel giro di qualche anno si affermerà in maniera definitiva. Il Parma sa quanto sia difficile trattenerlo. E' una piazza che ci ha permesso di migliorare notevolmente, di avere una certa continuità, siamo stati bene qua. Inoltre Ishak ha ancora qualche anno di contratto (tre ndr) e ad oggi è un giocatore del Parma". Ma è difficile che rimanga. Tra i "cedibili" è quello che ha più mercato e tutti, anche Leonardi sa quanto sia difficoltoso trattenere un diamante grezzo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento