menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palermo Parma 1-2 | Giovinco libera i suoi e li spinge verso la salvezza

I gol portano la firma di Okaka e Biabiany, ma su entrambi c'è la mano del fantasista sempre più uomo squadra. Ora è davvero solo una questione matematica per dichiarare i crociati salvi. Un palo e una traversa per gli avversari

Che Liberazione! E che intuizione viene da dire. Dopo un primo tempo opaco, regalato al Palermo che ne ha approfittato poco, grazie anche a Mirante in gran spolvero, Donadoni risolve quello che per 45' è stato un rebus, mettendo a riposo Modesto e inserendo Jonathan, con Biabiany sulla sinistra. Proprio l'esterno ha avuto il compito di risolutore, regalando al Parma una vittoria importantissima che vuol dire salvezza. Ma attenzione. In questo elogio entra di diritto anche Giovinco, che da vero leader, prende per mano i suoi e li trascina verso la serenità che Donadoni voleva. E che anche il Lecce ha contribuito a dare, dqata la sconfitta incassata contro il Napoli. Mutti rispetto alle attese, modifica la linea di centrocampo, conservando il pacchetto arretrato, con Labrin, Silvestre e Mantovani. Munoz si è meritato la conferma dopo Cesena, con Vasquez in posizione di trequartista. Donadoni invece applica un turn-over massiccio, in vista anche della sfida chiave contro il Lecce. Fuori Lucarelli, Valiani, Jonathan, Gobbi e Floccari. Il mister crociato vuole concedere un turno di riposo a chi ha speso molto con il Cagliari, affidandosi a Zaccardo, Paletta e Santacroce, con Biabiany, il reintegrato Morrone, Valdes in regia bassa e Galloppa a cucire e scucire, a seconda delle circostanze. Modesto sulla sinistra e Giovinco vicino ad Okaka.

IL MATCH - Che sia un mercoledì particolare, Donadoni lo ha capito già all'ora di pranzo, quando il Novara ha fatto saltare il banco della Lazio a sorpresa, ribadendo che la lotta in coda non è proprio chiusa. Glielo ricorda Hernandez, che prima bussa da Mirante con un destro violento, poi approfitta della dormita difensiva dei crociati e mette in rete una palla facile. Come se non bastasse, ci si mette anche Zaccardo, che deve uscire dopo appena un quarto d'ora, al suo posto Lucarelli. La fotografia del Parma è quella di Santacroce, in costante affanno su Hernandez che lo fa ammattire. Al di là di questo, il Palermo appare da subito molto motivato, vuole chiudere il discorso. Il Parma non fa nulla per impedirglielo, e partecipa da protagonista. Poca lucidità in mezzo, difficlotà nell'impostare l'azione dalla mediana, squadra poco corta che presta facile le praterie ai rosanero. Ci prova solo Giovinco, con qualche punizione e pochissimi spunti, per il resto solo Palermo. Che recrimina a fine primo tempo per colpa di un Mirante in condizione straordinaria, a dire no a Budan ed Hernandez.

Donadoni si accorge che qualcosa non funziona e corre ai ripari, con Jonathan al posto di Modesto, piuttosto impalpabile, con Biabiany che transita a destra. Qualcosa migliora, il Palermo lascia l'iniziativa agli avversari, attendendo il Parma nella propria metà campo. Gli spazi sono chiusi, giovinco li apre con un numero pazzesco. Fa fuori Labrin con un tunnel e spara su Viviano che prontamente ribatte. Okaka è li e riporta la parità al Barbera. Prima Silvestre ha colto la traversa con un colpo di testa, con Mirante che tira un sospiro di sollievo. Come Donadoni, che poco dopo se la prende con Okaka, reo di non aver cercato il tiro di prima da posizione favorevole, andando a cercare Giovinco in fuorigioco. Errore che viene rimediato. Biabiany riceve da Giovinco, che ha cambiato la partita, e con il piatto segna il gol del vantaggio, legittimando il gioco più fluido dei suoi. Mutti non ci sta e va da Miccoli, trasformando il Palermo in un 4-3-1-2, con Ilicic a supporto. Ma è il Parma a condurre il gioco, con Giovinco che delizia la platea e fa da sponda a Jonathan, che non trova la porta di poco. L'ingresso di Miccoli ha vivacizzato la gara. Prima da una palla ad Hernandez su cui si avventa Mirante ottimo, poi decide di fare da solo e colpisce la base del palo a portiere battuto.

LE PAGELLE

IL TABELLINO DI PALERMO-PARMA 1-2

PALERMO 3-4-1-2
1Viviano, 18Labrin, 3Silvestre, 4Mantovani, 6Munoz, 17Vasquez, 23Donati, 7Della Rocca (dal 36' s. t. 8Barreto), 13Aguirregaray (dal 28' s. t. 10Miccoli), 19Budan (dal 19' s. t  27Ilicic), 11Hernandez
A disp: 3Tzorvas,, 15Milanovic, 16Zahavi, 20Acquah
All. Mutti

PARMA 3-5-2
83Mirante, 5Zaccardo (dal 16' p. t. 6A. Lucarelli), 29Paletta, 33Santacroce, 7Biabiany, 4Morrone, 17Valdes, 8Galloppa, 23Modesto (dal 1' s. t. 2Jonathan), 21Okaka (dal 28' s. t. 11Floccari), 10Giovinco
A disp: 1Pavarini, 24Musacci, 32Marques, 80Valiani
All. Donadoni

Arbitro: Sig. Russo di Nola
Marcatori: al 6' p. t. Hernandez, al 9' s. t. Okaka (P), al 25' s. t. Biabiany (P)
Ammoniti: al 33' p. t. Galloppa (P), al 7' s. t. Aguirregaray (P), al 42' s. t. Labrin, (P), al 50 s. t. Miccoli (P)
Espulsi: nessuno

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento