menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Longobardi esulta con Baraye - foto Davide Fornari

Longobardi esulta con Baraye - foto Davide Fornari

Parma 1913-Virtus Castelfranco 3-0 | Le 'lacrime' di Guazzo macchiano la vittoria

L'attaccante non ha gradito la manciata di secondi che Apolloni gli ha riservato, entra dopo la polemica con il tecnico e alla fine della partita lascia il campo pieno di rabbia in una situazione particolare. Il pubblico lo fischia

Dal nostro inviato

PARMA - Unica nota negativa, stonata di una giornata perfetta quelle lacrime di rabbia di Matteo Guazzo. Che lascia il campo durante i festeggiamenti dei suoi compagni sotto la curva. Lascia la maglia a un raccattapalle e vola dritto nel tunnel,  un tunnel dal quale sembra non uscire più. Una partenza sprint per mettere a tacere qualche mugugno che al Tardini, ultimamente, si sente con veemenza.

Pronti via, il Parma mette subito alle corde la Virtus, che si fa ipnotizzare e, probabilmente sorprendere, da uno schieramento tattico nuovo a metà. Perché il 4-3-1-2, svelato contro il Lentigione, coinvolge moltissimo Giacomo Ricci che, nella posizione di mezzala, crea parecchi problemi agli avversari. Almeno nel primo tempo. Tende molto di più ad allargarsi che a entrare in area e quando riesce a fare tutte e due le cose spaventa parecchio una difesa abbastanza bloccata, statica e densa con Marmiroli e Negri che rinculano e fanno legna, quando la vedono, perché il Parma in mezzo al campo palleggia bene e in maniera abbastanza veloce, giocando a due, tre tocchi e uscendo dal pressing di una squadra che prova a mettere la testa fuori dal sacco con Rolfini e Martina, uno che impressiona per qualità tecniche superiori agli standard. La mediana crociata però ha preso in mano la partita e l’ha condotta subito sui binari preferiti, mettendo il pallone quasi sempre in ghiaccio e facendo correre gli avversari, allungandone le maglie soprattutto negli ultimi metri. Infatti Corapi e compagni hanno avuto, oltre al gol di Baraye, almeno tre, quattro possibilità di trovare la rete, una con Longobardi, che dopo un girone è tornato titolare, una con Corapi e ancora un’altra con Yves che è stato sempre nel vivo del gioco. Un gioco espresso finalmente con convinzione, con ritmo e anche costanza, perché la squadra di Apolloni è apparsa viva e volitiva, capace di adattarsi alle situazioni e a imporre il proprio gioco come non gli succedeva da qualche domenica.

LE PAGELLE

Corapi comincia a prendere confidenza con la trequarti, qualche inserimento che poteva andare meglio ed essere sfruttato per chiudere la partita ben prima del 90’. Il gol di Baraye ha restituito al Parma la sicurezza e la convinzione che aveva perduto in qualche frangente. Al 20’ il senegalese ha inchiodato Gibertini con uno stacco cestistico che gli è valso il diciottesimo centro stagionale. E nel secondo tempo, in rapida successione, ha sprecato in un minuto due giocate splendide di Longobardi e Corapi che gli ha dato una gran palla spedendolo a tu per tu con il numero uno della Virtus. Una Virtus piegata sulle ginocchia dal cazzotto di Baraye che ha colpito in pieno volto Gibertini. Su cross di Longobardi, Yves per paura di essere colpito dal pallone, si ritrae e mette il collo all’indietro per schivare il pallone. Lo prende con la faccia e ringrazia Longobardi sovrastato dagli abbracci dei compagni.  Scena ripetuta all’85’, con un assist eccezionale di Longobardi che manda in porta Melandri per il terzo centro. La Virtus, mai in partita nel secondo tempo, lamenta un rigore nel primo tempo che, francamente, ci stava tutto. Lucarelli aggancia Rolfini in piena area, partito in fuorigioco, l’arbitro lascia correre inspiegabilmente. L’azione scema e il Parma tira un sospiro di sollievo in una giornata che regala 2’ polemici a Guazzo che prima di entrare ha avuto un po’ di probemi con Gigi Apolloni che prima lo ha fato sedere poi lo ha mandato in campo. Brutta scena.

LA DIRETTA

IL TABELLINO

PARMA 1913-VIRTUS CASTELFRANCO 3-0

Marcatori: 20', 59' Baraye (P), 85' Melandri (P)

parma1913logo-2PARMA 1913 (4-3-1-2): Zommers; Messina, Cacioli, Lucarelli, Agrifogli; Giorgino, Miglietta, Ricci; Corapi (dal 81' Lauria); Baraye (dal 71' Melandri), Longobardi (dall'88' Guazzo). All: Apolloni

virtus-2VIRTUS CASTELFRANCO (4-4-2): Gibertini; Benedetti, Budriesi, Marmiroli, Girelli, Biagini, Oubatenk, Negri (65' Lauricella), Rolfini, Spadafora (dall'81' Cortesi) Martina. All: Chezzi

Arbitro: Sig. Raciti di Acireale

Ammoniti: Agrifogli (P), Miglietta (P), Girelli (V), Martina (V), Messina (P)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento