turismo news: castelli del ducato lancia "i luoghi ambasciatori"

Al via le prime nuove adesioni: importanti realtà di Parma, Piacenza, Reggio Emilia per una ospitalità di qualità dicono sì a Castelli del Ducato.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

PARMA, PIACENZA, REGGIO EMILIA - Benvenuti in Emilia: ecco l'ospitalità dei Castelli del Ducato. Accanto 25 manieri e ai 14 Alloggi tra Antiche Mura, soci e sostenitori del circuito Castelli del Ducato con circa 385 posti letti, la più grande rete di rocche, fortezze, antiche dimore dell'Emilia-Romagna allarga dal 2017 il proprio raggio di azione e lancia "Luoghi Ambasciatori dei Castelli del Ducato", un progetto già attivo che ben si sposa con la filosofia della appena nata Destinazione Emilia. Si tratta di un corollario prestigioso di nuove location di qualità - suddivise nelle tre aree tematiche Dove Dormire, Dove Mangiare, Dove Acquistare - da segnalare ai turisti con promozione su website e social network della rete www.castellidelducato.it Sono 5 le prime importanti realtà che hanno già aderito al percorso promosso in rete dai Castelli del Ducato: nel Comune di Sala Baganza, La Cortaccia Sanvitale adiacente alla Rocca di Sala Baganza; nel Comune di Langhirano, Azienda Agrituristica La Madonnina, proprio sotto al Castello di Torrechiara; nel Comune di Salsomaggiore Terme, Agriturismo Antica Torre, in collina a metà strada tra il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino ed il Borgo di Vigoleno e sempre a Salsomaggiore, Hotel Casa Romagnosi **** in centro storico, di fronte al Palazzo Terme Berzieri e Palazzina Warowland. Ha scelto di entrare a fare parte della rete, primo tra tutti, poche settimane fa una straordinaria eccellenza del territorio di Reggio Emilia: Il Borgo del Balsamico, prestigiosa acetaia con sede ad Albinea. Le nuove location già selezionate saranno già on line entro giugno sul portale del Circuito Castelli del Ducato. La selezione delle strutture è molto accurata e ristretta: vengono al momento prese in considerazione al massimo 2 o 3 location per tipologia abbinata a Castello/Comune. "In questo senso il network Castelli del Ducato sta già lavorando, per primo, da tempo sul concetto allargato di rete anche verso Reggio Emilia, sulle tracce dell'antico Ducato - spiega il Presidente Orazio Zanardi Landi ad illustrare insieme al Direttore Maurizio Pavesi il nuovo corso del circuito insieme al Direttivo e allo Staff composto da Francesca Maffini e Antonella Fava - Il primo obiettivo è turistico: dare una risposta ed un servizio a chi ci chiede consigli, perchè si fida della nostra rete d'arte, su dove pernottare, mangiare bene e stare in relax sul territorio, oltre ai nostri alloggi di charme. Non tutti, infatti, scelgono le suites degli Alloggi tra Antiche Mura perchè dormire all'interno di un Castello è una esperienza certamente unica ma indubbiamente impegnativa, anche in termini di prezzi. Noi desideriamo però che i turisti si fermino più giorni sul nostro territorio per poter visitare quanti più castelli, musei, chiese e magari fare esperienze naturalistiche nei parchi, degustazioni speciali e laboratori di cucina locale. Le idee sono moltissime. Ecco, allora, che per dare una risposta ed un servizio di qualità - e non lasciare il turista che ci contatta solo in balia di continui rimbalzi telefonici di Iat in Iat - abbiamo deciso di scendere in campo e aggregare secondo i nostri standard, una sorta di rosa di eccellenze da consigliare. Queste strutture non diventano Soci nè Sostenitori, ma Luoghi Ambasciatori dei Castelli del Ducato: ci sembra un messaggio molto bello di gioco di squadra". "Noi stiamo selezionando luoghi speciali che possano avere quelle caratteristiche per essere "consigliati da noi" e a loro volta diventare, appunto, "ambasciatori dei castelli". Luoghi con una forte identità, specificità che aggiungano valore a ciò che si può già fare di meraviglioso nella nostra rete. Stiamo già sviluppando questo ed altri percorsi con il nostro staff interno e coinvolgerà varie aree e temi. Siamo orgogliosi di averlo fatto per primi". "L'avvio del percorso è buono. Si tratta di offrire un ancora più alto valore di accoglienza alle persone, alle agenzie e ai tour operator che si fidano del brand Castelli del Ducato e dare suggerimenti su dove stare bene nella logica di diffusione di bellezza e stile di vita emiliano ed italiano" sottolineano Francesca Maffini e Antonella Fava, referenti progetti, comunicazione e relazioni esterne per Castelli del Ducato. "Ci sono poi altri obiettivi, altrettanto importanti, che viaggiano di pari passo con la logica turistica. C'è un obiettivo di community e rete locale: individuare strutture d'eccellenza che rispondano a richieste mirate, forti motivazioni e ricerche esperienziali dei turisti, italiani e stranieri, significa crescere tutti insieme come territorio - prosegue il team - Valorizzare, oltre ai Castelli e agli Alloggi di Charme, luoghi di quiete immersi nel verde, ricettivo con piscina in collina, agriturismi dove fare ad esempio esperienza di pasta fatta in casa, raccolta di frutta nel frutteto e verdura nell'orto, realtà dove le famiglie proprietarie si mettono a disposizione degli ospiti in una disponibilità all'incontro human to human. In questo modo ci sarà un reciproco rafforzamento in una alleanza che tiene al centro un solo valore: la Qualità e la Serietà. Ecco perché ogni struttura viene visitata e monitorata affinchè rispetti i parametri prefissati da Castelli del Ducato. In cambio ha visibilità su website e social network, e dunque promozione, valorizzazione e promo-commercializzazione attraverso gli strumenti della rete". Il progetto "Luoghi Ambasciatori del Territorio" segue e ben si sposa con l'iniziativa "Ambasciatori del Territorio" lanciato da marzo 2017 ed in corso fino ad agosto, che sta riscontrando grande successo, tanto che già si pensa per il 2018 alla seconda edizione dove si coinvolgeranno anche i Sindaci dei Comuni dove c'è un Castello. I proprietari dei Castelli privati del Ducato diventano infatti guide d'eccezione e aprono le porte più segrete dei loro manieri e nobili dimore. Anche in questo caso l'obiettivo è connesso ad una accoglienza speciale: offrire ai turisti la possibilità di visitare i castelli con il padrone di casa, in un modo davvero unico, differente dalle classiche - seppure molto belle - visite guidate tutto l'anno. Conclude il presidente Zanardi Landi: "Castelli del Ducato di Parma e Piacenza, grazie all'impegno eroico di sindaci e privati proprietari dei manieri per mantenere, rendere fruibile ed aprire in sicurezza le roccaforti, punta dunque ancora di più a qualificarsi come soggetto forte, misto pubblico e privato, vocato a promuovere e fare conoscere il patrimonio della più grande rete di Castelli dell'Emilia-Romagna e d'Italia ed il nostro territorio. Ringraziamo fin da ora chi vorrà fare questo cammino insieme a noi". Alcuni dati: Biglietti Staccati nei Castelli del Ducato: + 500.000 nel 2016 Visualizzazioni Website www.castellidelducato.it 1.567.141 nel 2016 Nei primi 6 mesi del 2017 alcune novità: #ValoreCrescita Entra nel Circuito il Castello di Tabiano a Salsomaggiore Terme, come Socio. Entra nel Circuito il Castello di Contignaco a Salsomaggiore Terme, come Sostenitore. Il Castello di San Pietro in Cerro crea da Marzo 2017 la Sala delle Armi con straordinaria collezione e rinnova da Maggio l'allestimento del MiM - Museum in Motion, che trova spazio nell'antico camminamento di ronda della dimora quattrocentesca con inaugurazione della sala dedicata a Sergio Dangelo e la presentazione dell'installazione I Guerrieri Robotici di Ale Guzzetti. Il Castello di San Pietro in Cerro e Alloggio tra Antiche Mura La Locanda del Re Guerriero attivano le colonnine elettriche Ricarica 101, di ricarica energetica per automobili elettrice RePower dedicate ai turisti. Il Castello di Bardi crea la mostra permanente Il lavoro nell'Est Europeo, dando spazio e dimora alla Collezione Ferrarini Nicoli. Per informazioni e prenotazioni Castelli del Ducato di Parma e Piacenza - Club di Prodotto Tel. 0521.823221; 0521.823220 www.castellidelducato.it e-mail: info@castellidelducato.it - segreteria@castellidelducato.it @CastelliDucato Ufficio Stampa - Castelli del Ducato di Parma e Piacenza Dott.ssa Francesca Maffini Il presente testo è autorizzato dal Conte Orazio Zanardi Landi per il Castello di Rivalta e Castelli del Ducato di Parma e Piacenza.

Torna su
ParmaToday è in caricamento