rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
ParmaToday

un terzo, al "monzino", che non soddisfa de antoni

Special Rally Circuit tribolato per il pilota di Camposampiero mentre sugli sterrati del Marche la Musiari è ottava assoluta, al fianco di Vagnini, nella penultima del CIRT.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday Un fine settimana a tinte variopinte per Collecchio Corse, nonostante la classifica finale possa trarre in inganno con il terzo gradino del podio siglato da un Edoardo De Antoni ritornato, una tantum, al volante di una vettura a marchio BMW. In gara con una 125d M Sport, in versione Racing Start, il pilota di Camposampiero, in coppia con Carlotta Romano, partiva con il piede giusto al via dello Special Rally Circuit, tenutosi tra Sabato e Domenica all'Autodromo Nazionale Monza, vincendo la prima prova speciale. Un ottimo avvio, penalizzato sul secondo crono da una serie di problemi di natura tecnica. “Sulla seconda speciale” – racconta De Antoni – “l'impianto frenante non funzionava a dovere e, come se non bastasse, tre gomme su quattro hanno iniziato a perdere pressione. Non potevamo spingere come volevamo ma, nonostante questo, eravamo ancora in piena lotta.” Rimasto al comando, per soli sette decimi, il portacolori della scuderia di Felino rimaneva completamente spiazzato dal notevole miglioramento di passo della concorrenza, perdendo una leadership che non riusciva più a recuperare e dovendosi accontentare del terzo posto finale in classe RSD20PLUS nonché nella generale riservata alle vetture Racing Start. “Dal primo al terzo giro” – aggiunge De Antoni – “i nostri avversari hanno abbassato di molto i propri tempi, di quasi mezzo minuto, e non ce lo aspettavamo proprio. Siamo scesi al terzo posto e, pur mettendoci il massimo del nostro impegno, non siamo riusciti a recuperare la prima posizione. Va bene così, era una gara extra, nata soltanto per mantenerci in allenamento. Abbiamo macinato un bel po' di chilometri con un'auto nuova e totalmente diversa da quelle provate fino ad ora. È sempre bello correre a Monza, un circuito ricco di storia.” Dal “Monzino” ad un Rally delle Marche che, negli stessi giorni, ha portato in scena i protagonisti del Campionato Italiano Rally Terra, al via del penultimo appuntamento stagionale. Al fianco del sammarinese Jader Vagnini, in gara con la stessa Skoda Fabia R5 che gli ha consentito di trionfare sulle strade amiche dell'Halloween, debuttava Martina Musiari. La giovane navigatrice, abitualmente impegnata al fianco di De Antoni, ha concluso la sua prima esperienza su sterrato, nella classe regina, con un buon ottavo nella classifica generale, al quale aggiungere la medesima piazza in gruppo RC2N ed in classe R5 - Rally 2. “È stata la mia prima esperienza su terra con una Skoda” – racconta Musiari – “e devo dire che questo fondo, così compatto, la ha resa ancora più adrenalinica. Prove speciali molto diverse tra di loro per altrettante emozioni da vivere al fianco di Jader. Sull'ultimo passaggio è pure arrivata la pioggia, rendendo il percorso molto più scivoloso. Ho provato tante variabili, in una sola gara. Grazie all'esperienza di Jader ho vissuto due giorni davvero molto costruttivi per me.”
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

un terzo, al "monzino", che non soddisfa de antoni

ParmaToday è in caricamento