I lupi Moon e Shadow uccisi a fucilate: i proprietari chiedono il processo per il 67enne di Fontevivo

L'11 febbraio i due lupi cecoslovacchi furono trovati morti vicino al fiume Recchio, tre giorni dopo venne fermato il responsabile. Ecco cosa succederà ora

I proprietari dei due lupi cecoslovacchi Moon e Shadowuccisi a fucilate da un 67enne di Fontevivo e gettati nel fiume Recchio l'11 febbraio, chiedono il processo per il responsabile. Nel ricordare la tragedia, nel giorno del compleanno di Moon, Alessandro Piccinini e Giulia Baio, hanno comunicato su Facebook di voler vedere il 67enne sotto processo. Dopo aver rifiutato l'offerta di 5 mila euro, fatta davanti al Giudice di Pace. Il reato di cui è accusato il 67enne è uccisione d'animali d'affezione. L'avvocato Filippo Cima, che rappresenta i proprietari, ha presentato una memoria al Giudice di Pace: l'obiettivo è che il caso passi in Tribunale. La prossima udienza dal Giudice di Pace si terrà il 15 settembre del 2020. I tempi quindi si allungano. 

lupi-cecoslovacchi-cani-uccisi-2

Il caso dei lupi cecoslovacchi e la testimonianza del proprietario a Parmatoday 

Moon e Shadow sono stati trovati morti in strada Torchio, di fianco al fiume Recchio nel comune di Noceto, l'11 febbraio del 2019 verso le ore 8. Entrambi avevano un buco da proiettile, uno in testa e l'altro nella schiena. Il proprietario dei due pastori cecoslovacchi, scomparsi dall'abitazione dei genitori, che si trova a 400 metri in linea d'aria dal luogo del ritrovamento, denuncia quanto accaduto. "Hanno ammazzato i miei due cani, Moon e Shadow - ci racconta Alessandro Piccinini. Stiamo aspettando i risultati dell'autopsia ma è evidente che qualcuno li ha sparato, forze credendoli lupi". Da pochi minuti ha concluso un sopralluogo con i carabinieri, ai quali ha presentato subito denuncia nei confronti di ignoti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Forse qualcuno li ha scambiati per lupi: secondo me sono stati uccisi nel pomeriggio di ieri, lunedì 11 febbraio, poche ore dopo la scomparsa e i corpi sono stati spostati". Saranno gli accertamenti dei carabinieri e l'autopsia a far luce su quanto accaduto. "Shadow aveva un anno mentre Moon un anno e 4 mesi ed era con me da più di un anno. Nella casa dei miei c'è una recinzione alta due metri e quaranta e chiusa in alto, lunga 25 metri. Quando sono tornato per la pausa pranzo non c'erano più: erano scappati. Da lì sono iniziate le ricerche: mentre li cercavano probabilmente loro erano già stati ammazzati". I due cani sono scomparsi alle 13.30: è partito subito un tam tam, anche sui social network, per ritrovarli. Poi la mattina del 12 febbraio la tragica scoperta. Il referto dell'autopsia dovrebbe arrivare giovedì: "Ad uno dei due hanno sparato nella schiena: stava cercando di scappare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • "La mia prima cena dopo il lockdown: vi racconto com'è andata"

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento