Le tradizioni e la cultura di Parma premiate a Malcesine

Conferita a Maurizio Trapelli in arte Al “Dsèvod”, la maschera di Parma, la nobile Commenda dell’Antico Ordine di “Capitani del Lago”, per eccelsi meriti acquisiti, vivendo con passione lo spirito carnevalesco e valorizzando con impegno in ogni occasione Il ruolo della maschera allegorica, che é sintesi espressiva del binomio “Tradizioni” e “Tipicità” delle comunità locali nella storia e nel territorio italiano. Un’ulteriore tappa che rafforza la candidatura tappa di Parma capitale italiana della cultura 2017.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Conferita a Maurizio Trapelli in arte Al “Dsèvod”, la maschera di Parma, la nobile Commenda dell’Antico Ordine di “Capitani del Lago”, per eccelsi meriti acquisiti, vivendo con passione lo spirito carnevalesco e valorizzando con impegno in ogni occasione Il ruolo della maschera allegorica, che é sintesi espressiva del binomio “Tradizioni” e “Tipicità” delle comunità locali nella storia e nel territorio italiano.

La cerimonia si è svolta a Malcesine, sul lago di Garda in provincia di Verona.

Al “Dsèvod”, infatti, racchiude in sé i principali simboli della cultura parmigiana, personificata nel corso dei decenni da vari esponenti della compagnia dialettale della Famija Pramzana. Dal 2007 questa eredità è stata raccolta da Maurizio Trapelli.

Proprio a Lui nasce l’idea di fondare, nel 2012, il comitato delle Maschere Italiane a Parma, e nello stesso anno di lanciare l’omonima manifestazione che raccogliesse in un’unica sede i soggetti rappresentativi delle maschere allegoriche italiane. L’obiettivo era quello di mantenere vivo il patrimonio culturale italiano, fatto di tradizioni popolari, di dialetti, di prodotti tipici, di bellezze architettoniche ed ambientali.

La manifestazione si è ripetuta in primavera, con cadenza annuale, nella nostra città vedendone aumentare sempre più il successo di pubblico e di ospiti. A maggio 2015 si sono radunate a parma più di 200 maschere provenienti a ogni angolo della penisola.

Sempre nel 2015 a rendere orgoglioso Al Dsèvod e tutta Parma, un altro traguardo importante: la costituzione ufficiale dell'Associazione culturale “Centro Nazionale di Coordinamento delle Maschere Italiane” con sede a Parma, città che ha saputo accogliere ed esaltare il grande spettacolo delle Maschere Allegoriche Italiane, offrendo ospitalità e visibilità in un periodo non classico, contribuendo a destagionalizzarne la commedia e a rendere i singoli soggetti non semplicemente dei teatranti, ma custodi di tradizioni e cultura popolare.

Il riconoscimento attribuito a Malcesine rende molto fiero Maurizio Trapelli, e lo emoziona molto ricordare come proprio a Verona nacque in lui il sogno di far conoscere alla collettività questo importante patrimonio fatto di cultura e tradizione, veicolato con la piacevolezza e l’umorismo di uno storico spettacolo, portando a diventare Parma capitale della maschere.

Torna su
ParmaToday è in caricamento