Colorno, reintegrate le 4 maestre licenziate per il terremoto

Alle docenti era stato sospeso il contratto a tempo determinato perchè a causa del sisma di maggio l'istituto scolastico era stato chiuso anticipatamente, la Cisl: "Adesso finalmente l'ingiustizia è stata sanata"

Sono state reintegrate pienamente le quattro docenti della Scuola primaria Statale di Colorno il cui contratto a tempo determinato era stato rescisso dall'amministrazione scolastica, perché a causa dei recenti eventi sismici l'edificio scolastico era stato chiuso anticipatamente. Dopo la presa di posizione del sindacato le acque si sono mosse e il caso, diventato nazionale per la particolarità della vicenda, si è concluso positivamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Cisl Scuola aveva denunciato -si legge in una nota- la grave ingiustizia chiedendo un intervento delle autorità preposte, perché nell'ordinamento non è previsto il licenziamento dei dipendenti che operano in zone colpite da terremoti. Si trattava di un caso unico mai avvenuto in Italia inoltre, nel caso specifico di Colorno, era stato disposto che i docenti che lavoravano nella scuola interessata dalla chiusura, procedessero la loro attività, preparatoria degli scrutini di fine anno, nei locali della locale scuola secondaria (ex media) del paese. Ciò tranne per le quattro insegnanti assunte a tempo determinato. La Cisl di fronte a questa ingiustizia, che peraltro colpiva solamente dei precari, nonostante le resistenze iniziali di alcuni funzionari e dirigenti, aveva annunciato tutte le azioni legali del caso a tutela delle docenti interessate. Adesso finalmente l'ingiustizia è stata sanata".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Bimbo di 4 anni muore all'Ospedale Maggiore

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Parma fuori dall'incubo: nessun decesso e nessun nuovo caso

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

  • Pizzarotti annuncia: "Giochi per bambini vietati, nei circoli anziani non si può giocare a carte"

Torna su
ParmaToday è in caricamento