Domenica 17 febbraio seconda giornata di io amo la solidarieta’

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Prosegue l'iniziativa per contribuire al grande progetto del Giardino Riabilitativo dell'Azienda ospedaliero - universitaria di Parma

Continua l'impegno dei volontari di Alice Onlus per un obiettivo al quale credono moltissimo, insieme all'Azienda Asl di Parma, all'U.O. di Medicina Riabilitativa, alla Provincia di Parma e al Centro Commerciale Eurosia.

Cantiere aperto nell'area verde prossima al Padiglione Barbieri dell'U.O. di Medicina Riabilitativa per i lavori che porteranno alla nascita del Giardino Riabilitativo, dove pazienti con difficoltà a livello motorio, ma anche cognitivo e psicologico potranno imparare ad affrontare le barriere, non solo architettoniche, ma anche sociali e culturali.

Ci saranno superfici calpestabili e percorsi diversi con materiali, gradini e pendenze differenti, da poter proporre a pazienti che deambulano (con o senza ausilio) e a pazienti in carrozzina; un percorso a ostacoli (variabili e removibili) per l'addestramento all'abilità e alla destrezza delle persone che deambulano o in carrozzina; un'area per attività manuali-laboratoristiche un'area verde dove suoni, colori, odori, rumori e superfici tattili forniscano stimoli sensoriali per attivare o rilassare il paziente o facilitino la produzione di una risposta, là dove ancora non se ne sono osservate (ad es. stati vegetativi); spazi idonei alle attività di avviamento allo sport per utilizzare le abilità recuperate dal paziente, per l'intrattenimento ludico e per rendere consapevole il paziente delle potenzialità comunque presenti nelle sue abilità residue. Particolare attenzione sarà riservata allo studio del verde (posizione degli arbusti, altezza delle siepi, scelta delle essenze…).

Tante opere che fanno del Giardino Riabilitativo un progetto all'avanguardia in Italia, ma che richiede tante risorse: il costo previsto dell'intervento è di circa 125mila euro.

Tanto, anzi tantissimo è già stato fatto - basti pensare agli oltre 32.000 euro raccolti grazie alla lotteria Barriere Superabili - ma c'è ancora bisogno della straordinaria solidarietà dei parmensi,che durante i sabati o le domeniche di febbraio/marzo potranno partecipare attivamente alla raccolta fondi di Alice Onlus.

Dopo l'apertura di sabato scorso, Io amo la solidarietà prosegue Domenica 17 febbraio: sempre al Centro Eurosia - che ha sostenuto sin dall'inizio il progetto del Giardino mettendo a disposizione spazi e risorse - i volontari di Alice Onlus metteranno tutto il loro entusiasmo nella consegna di confezioni di pasta, in cambio di un'offerta da devolvere interamente all'iniziativa.

Un modo semplice, ma concreto, per contribuire ad un progetto straordinario, che secondo l'Assessore allo Sport della Provincia di Parma Walter Antonini, sempre personalmente presente agli eventi organizzati, rappresenta anche una occasione per fare educazione alla diversità, per avviare un percorso culturale che non può che giovare a tutta la comunità.

Lo sviluppo di un luogo passa infatti anche e soprattutto attraverso la sua capacità di crescere a livello culturale e sociale e il Giardino può rappresentare una straordinaria opportunità in questo senso.

Domenica sono previste anche divertenti animazioni per tutti i bambini.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento